Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   Magazine del 08/01/2020
Marketing

Il marketing punta al consenso per fornire servizi ai consumatori 
Panella (Ogury): i dati dei clienti sono fondamentali e i Brand ne sono consapevoli

Ogury ha sviluppato per prima la prima soluzione di digital marketing completamente alimentata dalla scelta dei consumatori. "É una soluzione che ci permette di restituire un servizio ai consumatori e copre diverse aree", ha precisato Luca Panella, Sales Director di Ogury. "Prima su tutti, un consenso informato e tracciabile, che ci fornisce insight sui consumatori e il proprio journey. Inoltre, ci permette di attivare delle campagne attraverso questi dati e ci permette sostanzialmente di attivare al meglio il digital marketing, passando dal concetto di data driven a un approccio basato sulle scelte. Il consumatore è davvero al centro e fornisce un grosso impatto sul business".
Una soluzione che punta alla qualità dei contenuti, al fatto che possano essere premiati da abbonamenti, nonché dalla flessibilità della scelta degli utenti,
"Noi già dal 2014 - ha proseguito Panella -, anno in cui abbiamo cominciato ad operare, ci eravamo mossi proprio per identificare una nicchia di mercato che era scoperta: c'era una mancanza di trasparenza verso il consumatore, ma anche di tracciabilità verso il consenso gestito dagli editori. Ci siamo posizionati in quel segmento e ci ha permesso di avere un vantaggio importante rispetto ai competitor. Inoltre, siamo stati subito pronti per tutto quello che è stato il fenomeno europeo della GDPR e in questo momento siamo anche già disponibili a lavorare l'analoga legge statunitense in arrivo. Abbiamo anche rilasciato, tra le tante novità, un sistema per lasciare il libero arbitrio al consumatore. Noi offriremo tre scelte: la prima sarà quella di cedere un dato per avere una pubblicità puntuale rispetto ai comportamenti. Il secondo aspetto è la possibilità di non cedere il dato e ricevere magari advertising non così puntuale. La terza è la possibilità di pagare una somma equa per un'esperienza priva di pubblicità. Offriamo quindi la totale libertà di scelta al consumatore finale, perché crediamo proprio che sia questo il valore sul quale costruire un attività di marketing moderna".
Sappiamo che il mercato risponde in maniera differente in base al grado di adozione. "Parte del mercato - ha aggiunto Panella-, riguardante soprattutto i grandi brand, è preparato a gestire queste novità. Il problema è che magari c'è da risolvere una questione di budget relativa agli investimenti e per questo si sviluppa un certo ritardo nell'essere pronti, sempre per fare un esempio, con le nuove normative in vigore. Abbiamo condotto un'analisi a livello internazionale, toccando più di 287.000 consumatori, ed è emerso che in generale gli utenti sono disponibili a cedere il dato per un loro vantaggio. Significa che c'è spazio per costruire qualcosa che sia funzionale per tutti gli attori coinvolti nella filiera".

Il 2020

Un mercato quindi attento, sostanzialmente pronto, ma che necessita di stimoli per cogliere le opportunità.
"Ci sono molte sfide che ci attendono - ha concluso Panella- e ci siamo attrezzati anche dal punto di vista dei fondi. Abbiamo ricevuto da un fondo di investimenti un round di 50 milioni che ci permetterà di consolidare la nostra presenza a livello internazionale. Abbiamo aperto, lo scorso anno, un ufficio a Città del Messico per gestire le attività dell'area latin-america. In Europa abbiamo aperto in Germania un'importante sede a Colonia e poi nel proseguo dell'anno abbiamo aperto un'altra sede ad Amsterdam. Infine, a Singapore per coprire tutta quella parte di mercato asiatico che è sempre più interessante. Abbiamo aperto 50 posizioni a livello internazionale per allargare ulteriormente il team di Oguri e puntare alle nuove sfide. Lo scorso anno abbiamo superato circa 100 milioni di fatturato, con un 50 per cento di questi che provenivano dagli Stati Uniti e ora che sono state aperte altre sedi è chiaro che avremo una crescita per il 2019. Anche se dei forecast ci dicono che gli investimenti del settore stanno diminuendo, noi continuiamo a crescere. Dobbiamo cavalcare questo momento storico e in Italia ci sono ampi margini per fare meglio. Dall'apertura ad oggi il nostro fatturato è cresciuti del 220%, con un tasso di crescita medio annuale del 70%. Per continuare questa crescita abbiamo bisogno di allargare anche qui il team e cercare nuovi talenti. Nel 2019 abbiamo assunto sette nuove persone in diverse aree di business che reputavamo importanti, e nel marketing abbiamo una professionista, Giulia Perfetti, che gestisce la comunicazione della regione Southern Europe, dimostrando che la nostra filiale è centrale nel progetto di crescita internazionale di Ogury".



Marketing

numero di 08/01/2020
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>