Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   Magazine del 18/12/2019
Idee e opinioni

Qualità e sostenibilità sempre più presenti nelle aziende italiane
Galgano: è determinante e urgente diffondere le esperienze positive delle nostre imprese, sia private che pubbliche, perché se le rendiamo visibili riusciamo a non avere più alibi

"La nostra mission non è solo quella di supportare le aziende italiane perché possano diventare leader a livello internazionale, ma anche di promuoverne la crescita manageriale, di valorizzare il loro know how e i loro valori.
Le persone passano molto tempo a parlare di Qualità perché è proprio la qualità è qualche cosa che ci condiziona sempre e che può fare la differenza. La Qualità è il filo che lega ognuno di noi ad una comunità. É determinante e urgente diffondere le esperienze positive delle nostre imprese, sia private che pubbliche, perché se le rendiamo visibili riusciamo a non avere più alibi". Con queste parole l'AD Mariacristina Galgano ha aperto il primo Incontro della serie programmata nell'ambito della Campagna Nazionale Qualità 2019. All'incontro hanno partecipato anche Ghiringelli, Pagani Automobili e SKF Industrie, vere eccellenze italiane.
"La Qualità siamo Noi" è il payoff scelto dalla Galgano perché si collega molto alla Sostenibilità. La Qualità dipende da ciascuno noi così come la Sostenibilità. La Qualità ingloba il concetto di Sostenibilità. In Toyota da anni si ricorda che 'Per migliorare il mondo prima dobbiamo migliorare noi stessi' (Toyota Envirolnmental Challenge 2050).
Secondo Galgano, "La Total Quality viene chiamata approccio scientifico alla gestione dei processi aziendali. Il Miglioramento Continuo è un allenamento fondamentale per stimolare l'attitudine all'innovazione, realizzandola cercando sempre soluzioni nuove.
Jidoka è la capacità di concepire la tecnologia al servizio delle persone e del cliente, progettandola a partire dal flusso di valore - rispetto delle persone e amore per il cliente - prima ancora che dalla soluzione tecnologica.
Nell'era della Digital Transformation qualche volta si rischia di investire in soluzioni bellissime ma che non colgono la vera esigenza finale del cliente. É determinante evitare la qualità superflua, facendo in modo che, attraverso l'attenzione al cliente (andare a Gemba), si facciano investimenti che abbiano un vero impatto sul cliente finale che vuole prevalentemente qualità, affidabilità, semplicità.
Considerare la gestione del disservizio come il miglior modo per stupire il cliente è il modo migliore per dare evidenza concreta della reale attenzione al cliente. Il cliente si ricorda più della gestione eccellente del disservizio che del disservizio stesso.
Il Valore Etico della Qualità, ricchezza e civiltà di un Paese, si misura dalla Qualità dei propri Servizi, dalla possibilità che qualsiasi persona, indipendentemente dal suo stato socio-economico, possa ricevere un servizio di Qualità. Avere l'umiltà di rimettersi continuamente in discussione è quindi determinante.
Jeff Bezos ha affermato che 'Il nostro peggior nemico siamo noi stessi. Il nostro cliente ci sarà fedele fino a quando non troverà un concorrente migliore di noi'.
Il Valore Etico della Qualità significa avere un rapporto di partnership con i propri fornitori. Si tratta di un aspetto fondamentale per le aziende italiane. Valore etico in questo caso significa supportare i fornitori per farli crescere, coinvolgerli nello sviluppo prodotto/servizio. Abbiamo aziende che infatti vogliono davvero innalzare il livello manageriale delle aziende fornitrici.
Il cliente stesso può fare la differenza, riuscendo ad essere stimolo al miglioramento, se esprime in modo civile i propri diritti, segnalando disagi e disservizi. Importante è anche il territorio, il fare rete e il porre attenzione all'ambiente.
Qualità è la dimensione dei processi: evitare sprechi, fare le corse giuste la prima volta, far entrare la voce del cliente in azienda.
Valore etico è dare fiducia, dare autonomia, consentire alle persone di ricordare alle persone il ?purpose', il senso di quello che l'azienda nella quale lavorano sta facendo.
A livello manageriale, fare qualità significa essere d'esempio, mettersi al servizio di coloro che producono valore per il cliente, servant leadership. Avere l'umiltà di ascoltare ed osservare. A livello individuale, sentirsi responsabili, vedere i propri spazi di azione.

Da qui nasce l'approccio Lean, che ha due valori fondamentali: il miglioramento continuo e la lotta agli sprechi.
Lo spreco maggiore che un'azienda può avere è lo spreco delle intelligenze e delle competenze. Un altro elemento fondamentale che la Lean aggiunge alla competitività è la rapidità; oggi non si possono avere processi di miglioramento che durano tanto. Essere rapidi significa essere efficaci. Non si può risolvere senza andare a vedere. L'ultimo elemento è l'azzeramento delle scuse".

Evoluzione è Total Quality.

Lean Toyota Production System e Lean Design generano il massimo valore perché sono strumenti di cambiamento culturale che fanno entrare, e mettono a processo, la voce del cliente in ogni dettaglio.
É poi strategico considerare i problemi come tesori e gli errori come fonte di apprendimento, senza accontentarsi mai, perché aprono all'innovazione.
L'importanza della standardizzazione, poi, evidenzia che non esiste lavoro che non meriti la messa a punto di uno standard.



Idee e opinioni

numero di 18/12/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>