Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 20/11/2019
Digital Business

Nel B2B anche le carte fanno concorrenza al bonifico tradizionale
Coda (Nexi): vogliamo avere un'offerta completa nel mondo commerciale e in quello aziendale

Il Payment è un tema in costante evoluzione e che offre enormi margini di crescita attraverso l'innovazione. Ne abbiamo parlato con Daniele Coda, Head of Marketing Issuing di Nexi.

Soluzione carte per aziende B2B. Quali sono le novità di Nexi?

Nexi si prefigge di avere un'offerta completa nel mondo commercial e in quello aziendale. Eravamo già presenti nel mondo delle piccole aziende (SMI) e adesso lo siamo anche nelle medie e grandi imprese.
Abbiamo infatti lanciato due nuovi prodotti, Corporate Pay e Travel Account, che aiutano il capitale circolante e il flusso di cassa delle aziende.
Corporate Pay per il pagamento dei fornitori, Pago Oggi e Pago ed Estratto conto più Grace Period, Travel Account per i viaggi dei dipendenti con un pagamento centralizzato. Anche questo aiuta il capitale circolante e aiuta anche nei dati di riconciliazione.

Voi state approcciando un mercato con una soluzione innovativa. Quanto è interessante e che evoluzioni ci possono essere?

Basti pensare che in Italia ci sono circa 1,9 trilioni di pagamenti B2B. Su carta se ne potrebbero mettere circa 500 miliardi Si stima che soltanto un 2,9% è aggredito oggi con le carte. Quindi andiamo a fare un po' di concorrenza al bonifico tradizionale, il contante (contro cui c'è una lotta continua), e tutto ciò che rimane degli assegni.

Come si connette questa tipologia di pagamenti all'interno di una struttura finanziaria aziendale?

Nexi ha una doppia soluzione. Prima di tutto mette a disposizione dell'azienda un portale che effettua il pagamento e dà la riconciliazione. Per le aziende più grandi fa integrazione e soluzione di gestione (quindi gli ERP come Oracle e SAP di turno), e nei servizi di tesoreria. Quindi quando si crea una distinta di pagamento ci viene comunicata una distinta, con una lista di carte da creare, poichè è un prodotto virtuale. Le carte vengono create, vengono inviate al fornitore, viene fatto il pagamento, e noi rimandiamo la conciliazione con la conferma nei gestionali.


Però Nexi passa sempre attraverso il sistema bancario

Assolutamente sì. Essendo Nexi la paytech delle banche lavora solo con esse. E in un modello B2B2C abbiamo creato il prodotto, tutta la parte digitale, e lo mettiamo al servizio delle nostre banche che la collocano sul mercato con i loro clienti.



Digital Business

numero di 20/11/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>