Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 26/06/2019
Digital Business

Transazioni online con più fiducia e serenità
Ferrero (MyBank): è una soluzione di autorizzazione elettronica che consente ai consumatori di effettuare in modo sicuro pagamenti online e autenticazioni dell'identità digitale usando il servizio di online banking della propria banca o un'app

Oltre 10.000 aziende in Europa nei più disparati settori merceologici (tanto B2C quanto B2B) hanno già aderito a MyBank. Un successo che ne certifica il riconoscimento di sicurezza, requisito fondamentale per pagamenti online. Ne abbiamo parlato con Giorgio Ferrero, CEO MyBank.

Chi è MyBank e in che ambiti opera?

MyBank è una soluzione di pagamento alternativa, nel senso che quando parliamo di pagamenti si pensa alle carte, mentre invece qui i clienti possono pagare nel web, utilizzando il loro online banking.
Dal punto di vista geografico la natura di MyBank è europea, e l'Italia in questo momento è il Paese numero uno e il motore di trazione della soluzione.
I campi di applicazione non sono soltanto quelli del B2B o del B2C, ma c'è anche la Pubblica Amministrazione, poiché la nostra è una soluzione inclusiva, senza "silosizzazioni" particolari dal punto di vista della clientela.

Come funziona?

É un'esperienza d'uso legata all'online banking. Anche se oggi ci sono banche che hanno sviluppato su App le funzionalità di MyBank, e quindi si possono fare le nostre transazioni App to App. Quindi, arrivati alla pagina del carrello nella checkout page, clicco sul simbolino di MyBank e sono ridiretto in automatico sulla pagina web della mia banca personale. Banca che posso scegliere la prima volta, che posso sempre modificare, e che viene presa in automatico. Mi autentico con i soliti meccanismi dell'online banking e trovo già precompilato l'ordine di pagamento o di bonifico SEPA.
Di questo bonifico non posso cambiare nulla eccetto l'IBAN, che posso cambiare, e se tutti i dati vanno bene clicco e approvo.
In quel momento accadono due cose: il creditore riceve immediatamente la conferma del pagamento eseguito e la banca predispone per il trasferimento dei fondi. Se i fondi sono come per il bonifico classico, arriveranno in una delle sei fasi del regolamento in essere a livello europeo. Qualora le banche volessero sviluppare l'instant payment questo si allargherà e MyBank ha già le funzionalità per farlo.

La sicurezza

I due grandi pilastri di MyBank sono in primis l'online banking, che è un punto riconosciuto nell'immaginario collettivo come un sistema di sicurezza perché le persone e le aziende ritengono che sia un sistema sicuro, anche con l'evoluzione che l'EBA Authority con la PSD2 - dal punto di vista tecnico con il dynamic linking - che rafforzerà oltremodo la sicurezza.
L'altro pilastro è il "know your costomer", tutto quell'insieme di normative che favoriscono la legalità delle transazioni, dei pagamenti e delle operazioni sottostanti.
Quindi la combinazione di questi due fattori rende il mondo di MyBank un ecosistema che crea fiducia tra le parti, tra gli utilizzatori, semplicità di accesso - non c'è bisogno di registrarsi da nessuna parte - e poi offre dei benefici incredibili dal punto di vista amministrativo dell'efficienza come, per esempio, nella riconciliazione automatica per le aziende, piuttosto il fatto che ci sono dei tesorieri che lo utilizzano per costruire la loro posizione di liquidità infragiornaliera.
L'aspetto della sicurezza è per noi un punto fondamentale, in particolare in questi giorni in cui si parla parecchio di "strong customer authentication" come se fosse una barriera.
A me viene in mente in passato quando nelle grandi città italiane si dibatteva sul fatto di creare le zone pedonali: c'erano i negozianti che erano molto recalcitranti, protestavano contro questo. Oggi se noi andassimo a rimettere le auto in quelle zone sono convinto che ci sarebbe da parte loro una controreazione, poiché ne hanno percepito i benefici.
La strong customer authentication mi sembra ripeta lo stesso meccanismo, perchè di fatto dà sicurezza e non complica la vita, grazie ai meccanismi dell'online banking che danno tutta questa certezza operativa, fondamentale per il mercato.


Rimanendo nel B2B, quali sono i comparti l'hanno già adottato?

MyBank non fa una clusterizzazione del cliente ma è inclusivo. Abbiamo comparti che vanno dall'industria dell'oil (ENI, Q8) al fashion (Miroglio, Twin Set e altri); e poi i viaggi, le assicurazioni. Abbiamo tutti quei momenti di vita - e questo credo sia importante sia dal punto di vista delle persone sia delle aziende - dove l'ammontare della transazione è un po' superiore ai 70-100 euro che è la media dello scontrino a livello di eCommerce.
Parliamo quindi di un eCommerce che modernizza il Paese che abbraccia la vita industriale. Nell'ambito della tecnologia, per esempio, nel B2B sappiamo che abitualmente i pagamenti sono a 30-60 giorni. Abbiamo visto che con l'introduzione di MyBank vengono modificate le abitudini: scompaiono i 30-60 giorni, si paga a vista e si paga a fronte di uno sconto. Ne beneficiano tutti. Sono cose che all'inizio non immaginavamo e che stiamo imparando nel dialogo con i merchant tutti i giorni.



Digital Business

numero di 26/06/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>