Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 03/04/2019
Leisure

Alla scoperta dell'universo Millennials
Un testo che tratteggia i valori che questa generazione fa propri e porta nel mondo dell'impresa e della società

Confesso una certa riluttanza nel trattare il fenomeno dei Millennials, ovvero le generazioni che stanno divenendo protagoniste assolute (secondo alcuni) del nostro vivere.
Assumo questa posizione forte di quanto vedo ogni giorno intorno a me, in un settore, quello della comunicazione, dove maggiore è l'improvvisazione spacciata per nuovo protagonismo.
Ciò detto, ho sfogliato il libro "Millennials e oltre!", appena pubblicato da FrancoAngeli a cura di Tiziano Botteri e Guido Cremonesi.
Il testo propone una lettura del fenomeno Millennials analizzato secondo i paradigmi manageriali, con l'obiettivo dichiarato di offrire una chiave di lettura di questo fenomeno generazionale più volto a sfatare miti (spesso negativi) e porre nel giusto risalto ciò che di positivo questi nuovi inquilini della società portano.
Ne scaturisce un testo che tratteggia valori che questi individui fanno propri e portano nel mondo dell'impresa e della società.
Alcuni assunti del testo pongono riflessioni controverse, come, per esempio, quella secondo cui "i Millennials costituiscono sicuramente la generazione finora più istruita ed anche ambiziosa rispetto a quelle precedenti". E ancora, "Rappresentano la prima generazione che, grazie a Internet, alla tecnologia e alla dilagante digitalizzazione, non ha bisogno di rivolgersi ad una figura di stampo autorevole per accedere alle informazioni e al loro approfondimento".
Confesso che non condivido quanto sostengono gli autori.
Che questa sia la generazione più istruita è una dichiarazione che sorprende; credo basti dialogare con alcuni di essi per nutrire dubbi che ciò sia vero. Certamente vi sono persone che eccellono, così come nelle precedenti generazioni. Ma nella maggioranza dei casi non si rinviene maggiore cultura oggi. A meno che, e questa è la responsabilità di molti, spacciare accesso e uso della rete equivalga a conoscenza.
Il lavoro in batteria, oggi possibile grazie alle tecnologie digitali, non è sinonimo di genialità e imprenditorialità, tanto è vero che come sistema Paese siamo indietro (questo a prescindere dal colore della compagine di governo che guida) rispetto ai partner.
Allora, dov'è il propellente delle nuove generazioni? Forse, proprio un accesso indiscriminato e spesso fake, ai presunti "saperi", colloca sullo stesso livello i commenti meno qualificati con valutazioni frutto del caso e del singolo vissuto. Finendo per spacciarli come sintomo di una nuova vitalità.
Non credo sia così, anzi. Proprio perché viviamo, e le imprese si pongono ogni giorno questo problema, una fase nuova, complessa, critica del nostro tempo, più che mai serve conoscenza e capacità. Merci rare che non si trovano a disposizione su Internet.


Titolo: Millennials e oltre!
Autori: Tiziano Botteri e Guido Cremonesi
Editore: FrancoAngeli
Pagine: 148

@federicounnia - Consulente in comunicazione
@Aures Strategie e politiche di comunicazione
@Aures Facebook



Leisure

numero di 03/04/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>