Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 12/12/2018
Sport Business

BMW diventa partner mondiale della Ryder Cup di golf
La casa automobilistica tedesca prosegue anche la sponsorizzazione del PGA Championship e dell'European Tour fino al 2022

L'impegno di BMW verso il golf in tutto il mondo è stato ulteriormente rafforzato con l'annuncio che la casa automobilistica tedesca diventerà il partner mondiale della Ryder Cup per le classiche sfide a squadre tra Stati Uniti ed Europa a Whistling Straits nel 2020 e a Roma nel 2022.
La rinnovata partnership è una progressione naturale per BMW, il cui collegamento con la Ryder Cup risale al 2006. Il produttore di auto annuncia l'estensione della partnership con l'European Tour fino al 2022, pur continuando come sponsor principale del prestigioso BMW PGA Championship a Wentworth e il promotore del BMW International Open a Monaco.
"Siamo lieti di unire le forze con la PGA negli USA e la Ryder Cup Europe in una missione condivisa per portare il massimo evento internazionale del golf a livelli ancora più alti", ha dichiarato Bernhard Kuhnt, Presidente e CEO di BMW del Nord America. "Come sostenitore del golf a livello globale negli ultimi 30 anni, questo sport rimane la piattaforma perfetta per il nostro marchio per coinvolgere la nostra rete di proprietari, concessionari e appassionati di golf in tutto il mondo".
I collegamenti della BMW con la Ryder Cup sono iniziati nel 2006, quando era il partner ufficiale del K Club in Irlanda. Da allora, la società è presente in ogni partita della Ryder Cup, sia in Europa che negli Stati Uniti, e ha assunto un ruolo da protagonista come partner ufficiale del Celtic Manor (Galles) nel 2010, del Gleneagles (Scozia) nel 2014 e del Le Golf National (Francia) quest'anno. Ora la BMW intende estendere la sua influenza su entrambe le sponde dell'Atlantico.
"Sostenuto da oltre un secolo di prestazioni eccezionali, la storia dei progressi tecnologici e degli elevati standard di BMW ne fanno una delle aziende più rispettate al mondo e un partner perfetto per la Ryder Cup", ha dichiarato Seth Waugh, Chief Executive Officer di PGA dell'America. "La connessione di BMW con il golf e la nostra base di spettatori globale stabilisce una partnership che eleverà la natura globale della Ryder Cup".
"Come la Ryder Cup, BMW è un marchio globale, quindi siamo lieti di estendere la nostra partnership", ha dichiarato Guy Kinnings, European Ryder Cup Director. "BMW è stata una parte importante della crescita e del successo della Ryder Cup negli ultimi 12 anni, quindi siamo estremamente contenti che questo proseguirà non solo in Italia nel 2022, ma anche quando andremo negli Stati Uniti nel 2020".
BMW ha riconfermato il suo impegno per il Tour Europeo fino al 2022 rinnovando il suo status di Partner Ufficiale e ha garantito il continuo supporto per il BMW PGA Championship e il BMW International Open nello stesso periodo di tempo.
"Non potremmo essere più felici di avere la BMW come nostro partner ufficiale per altri quattro anni", ha dichiarato Keith Pelley, l'Amministratore Delegato del Tour europeo. "Hanno dimostrato un grande impegno per 30 anni e hanno sempre avuto a cuore il miglior interesse del gioco. È per questo motivo che tornei come il BMW PGA Championship e il BMW International Open sono così apprezzati tanto dai giocatori quanto dai fan. Tutto ciò che BMW rappresenta è la classe e la qualità, e siamo lieti di essere associati a loro. Speriamo che la nostra partnership continui per molti anni a venire".

Nel 2019, BMW continua anche la sponsorizzazione del BMW Championship negli Stati Uniti. Il calendario del PGA Tour vede i FedExCup Playoff che arriverà ad agosto, con il BMW Championship che si giocherà dal 15 al 18 agosto del prossimo anno.
L'anno 2019 della BMW Golfsport prenderà il via con la finale mondiale della BMW Golf Cup International. I vincitori nazionali delle più grandi serie internazionali di tornei per dilettanti saranno invitati a Cabo San Lucas, un resort sulla punta meridionale della penisola messicana della Bassa California, dal 18 al 23 marzo.



Sport Business

numero di 12/12/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn