Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 12/12/2018
Marketing

Acquisti natalizi: cresce lo shopping online, perché offre qualità, comodità e flessibilità
Marzella (QVC): crescono sono soprattutto i consumatori di mezza età che usano il web per ricercare informazioni sul prodotto o servizio e che sfruttano la rete per le occasioni più convenienti

Gli italiani e le loro abitudini per gli acquisti di Natale è il tema che ha indagato QVC, il retailer mutimediale dello shopping e dell'intrattenimento, nell'ultima survey. La ricerca sullo shopping natalizio ha raccolto le opinioni e le percezioni di un campione di clienti QVC di età compresa fra i 18 e i 74 anni.
Oltre il 65% dei soggetti intervistati ha una certa confidenza nel fare acquisti su internet, si connette con regolarità e trova nell'offerta QVC la risposta ai propri bisogni e desideri.
Grazie ai dati che la piattaforma raccoglie ogni anno attraverso il traffico delle utenti e alle ricerche di mercato, QVC ha disposizione un punto di vista privilegiato nel mondo degli acquisti a distanza.
Entrando nello specifico della Christmas Survey, il 59% dei rispondenti prova un senso di appagamento nel fare regali a se stessa o agli altri: questi sono rappresentati per il 57% dai figli, senza distinzione di genere. Al secondo posto nella classifica degli individui a cui vengono destinati i doni natalizi si trovano i partner (55%), seguiti dai genitori (49%) e dagli amici (48%). La qualità e il prezzo continuano a rappresentare le voci di maggiore incidenza nell'atto d'acquisto, con dati che si assestano fra il 24 e il 25%, rimanendo pressoché invariati rispetto all'anno precedente. Il fattore novità, invece, perde appeal rispetto all'anno scorso.
Christmas Survey dedica una sezione dell'indagine specificatamente all'eCommerce, dimostrando una crescente alfabetizzazione della popolazione femminile italiana nei confronti di questo canale retail. Le utenti che quest'anno utilizzeranno lo shopping online per gli acquisti di Natale rappresentano il 41% del campione coinvolto dalla ricerca, con un incremento dell'8% rispetto all'anno scorso.
Nello specifico, la maggior parte di loro (36%) lo farà entro l'Immacolata. Gli irriducibili dell'ultimo minuto, che nel 2017 rappresentavano il 13%, quest'anno raggiungono solo il 7%. Tale dato potrebbe stare a indicare come una maggiore fruibilità del retail in termini di orari, tipica dell'online, consenta alle clienti di pianificare meglio e per tempo i propri acquisti.
Per quanto riguarda le categorie merceologiche più apprezzate per gli acquisti di Natale, continuano a raccogliere i maggiori consensi i prodotti di "beauty care e skincare" (41%), seguiti dal "make up" (30%), dai "gioielli" (26%) e dai "piccoli elettrodomestici da cucina" (23%). Cresce la "moda" con una quota del 23% contro il 21% dell'anno passato.

Secondo Fabio Marzella, Consumer & Customer Insight Specialist di QVC Italia e Francia, "uno degli indicatori più interessanti che si ricava dalle clienti QVC rispetto agli acquisti di Natale 2018 è che aumentano i regali che si compreranno tramite eCommerce (41% rispetto al 33% del 2017) e diminuiscono gli acquisti nei centri commerciali (32% contro il 37% del 2017).
Questo dato sulla digitalizzazione è coerente con quanto certificato da Nielsen e Politecnico di Milano che segnala per il 2018 un aumento di 3,8 milioni di consumatori ?multicanale' rispetto al 2017. Ad aumentare sono soprattutto i consumatori di mezza età che usano il web per ricercare informazioni sul prodotto o servizio e che sfruttano la rete per le occasioni più convenienti".



Marketing

numero di 12/12/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn