Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 14/11/2018
Idee e opinioni

Il World Business Forum si farà in tre
Mazzeo (Wobi): anche quest'anno è stato un evento di successo, con più di 2800 iscritti

Il World Business Forum è un evento di successo che si ripete da oltre trent'anni. Abbiamo incontrato Ana Mazzeo, Business Developer director di Wobi per Londra, Madrid e Milano, per carpirne i segreti e fare il punto sia dell'edizione appena conclusa. E parlare di futuro.

Com'è andata l'edizione 2018 del World Business Forum?

Quest'anno è andato molto bene, devo ammettere che abbiamo fatto come sempre il sold out e più 2800 iscritti. Stiamo già lavorando per il prossimo anno, ma ci saranno novità. Il 26 marzo ci sarà "Wobi on Digital Transformatione", mentre a giugno faremo il "Marketing & Sales forum" e come sempre ci sarà il World Business Forum, che il prossimo anno avrà il sottotitolo "Super minds".

Come si fa a coniugare eventi differenti con un marchio importante come Wobi?

L'idea è ispirarsi e imparare dai grandi guru e speaker internazionali che invitiamo. Gli eventi intermedi si rivolgono a una fascia manageriale diversa da quella del World Business Forum, quindi non ci cannibalizzeremo, anzi, pensiamo di avere il doppio degli iscritti!

Tante novità importanti, ma se parliamo di partner, com'è andata?

Abbiamo avuto tantissimi nuovi partner che ci hanno accompagnato e credono in questo evento, perché è un grandissimo momento di visibilità, ma anche di lead generation e un'ottima occasione di fidelizzazione per i clienti esistenti.

E sul tema "esponential" di quest'anno?

Pensare a una crescita esponenziale attraverso le tecnologie ci ha aiutato tantissimo a raccogliere l'interesse intorno all'evento. Come sempre devo dire grazie ai nostri speaker, perché avere avuto personaggi come Daniel Goleman, Martha Rogers, Daniel Lamarre, Kelly Peters, Todd Davis e Alan Mulally ci ha aiutato moltissimo ad attirare l'attenzione dei partecipanti.

Perchè il format del World Business Forum è ancora così attuale?

Perché gli imprenditori e i manager hanno la necessità di trovare l'ispirazione, di fermarsi per qualche giorno a pensare a cosa si sta facendo e come si può migliorare. Credo che anche un Amministratore Selegato deve prendersi due giorni per trovare degli spunti e imparare dai grandi maestri di business internazionali.

I nostri speaker sono con noi da molti anni, noi facciamo questo evento in tutto il mondo e abbiamo sviluppato una sensibilità sui temi che sono apprezzati dal pubblico.

Gli speaker, infatti, sono fondamentali.

Loro ci conoscono e ci rendono la vita un po' più semplice. C'è una macchina organizzativa alle spalle che è molto "forte", ci sono trentun'anni di esperienza e quindi abbiamo i processi che trasformano questi eventi in successi apprezzati da tutti.



Idee e opinioni

numero di 14/11/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn