Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 05/09/2018
Fare Business

L'Italia guida l'Europa come destinazione preferita dai viaggiatori internazionali
Bernabè (Planet): la spesa generata da questi turisti, in particolare da quelli extra-europei, è vitale per numerosi retailer

Buone notizie per il turismo estivo nel Bel Paese, secondo i dati ottenuti da Planet, società che offre soluzioni integrate per i pagamenti internazionali, inclusi i servizi di rimborso IVA (il nuovo marchio di Premier Tax Free). In Italia è attesa infatti la crescita più alta di arrivi da paesi extra UE rispetto a tutti gli altri Paesi europei. Una crescita del 5% nel periodo luglio-settembre rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, trainata in particolare dagli aumenti degli arrivi di viaggiatori dagli Stati Uniti (+16,3%), dall'Australia (+16,2%) e da Hong Kong (+15,6%).
L'analisi di Planet rivela un trend positivo anche per quanto riguarda il turismo estivo in generale in Europa, con una previsione di crescita negli arrivi del +2,7% nel 2018 rispetto a luglio-settembre 2017. L'Italia continua ad essere tra i principali mercati di destinazione, seconda solo all'Austria, dove gli arrivi di viaggiatori internazionali sono previsti in crescita rispettivamente del 5,1%, solo 0,1 punti percentuali in più dell'Italia.
L'arrivo in Italia di turisti Extra-UE rappresenta un'opportunità non solo per i settori strettamente legati al turismo come la ristorazione e l'industria alberghiera, ma anche i marchi e i rivenditori della moda e del lusso. I viaggiatori internazionali vengono sempre di più in Europa per effettuare acquisti esentasse e le aziende devono capitalizzare questo afflusso catturandone la spesa.
Secondo gli ultimi dati di Planet sulle tendenze dello shopping internazionale, l'Italia, nonostante la leggera flessione nelle vendite esentasse nel mese di aprile, ha riportato ottimi risultati, ponendosi come unico Paese europeo a generare incrementi in tutti gli indicatori chiave di giugno.
Da gennaio a fine giugno 2018, l'Italia ha registrato un aumento dei volumi di vendita tax free e un valore medio per transazione rispettivamente del +8% e +1% rispetto allo stesso periodo del 2017. Con una quota di mercato del 30% e una transazione media di 1.145 euro, i cinesi si confermano ancora una volta la prima nazionalità per il business del settore nel nostro Paese, seguiti dai russi con il 11% di market share ed una spesa media per transazione di 803 euro.
Per quanto riguarda invece il mese di giugno, i volumi di vendite a turisti internazionali è aumentato del +21%, il valore medio per transazione del +1% e gli arrivi del +10%, dominati da cinesi e americani.
"Queste evidenze suggeriscono che nonostante lo scenario economico nazionale ancora in via di definizione dopo i recenti mutamenti politici, sia il settore turistico in generale che quello legato al retail, specialmente nel comparto lusso, continui a prosperare, attirando nel nostro Paese un numero crescente di viaggiatori internazionali", commenta Sara Bernabè, Country Manager di Planet in Italia. "La spesa generata da questi turisti, in particolare da quelli extra-europei, è vitale per numerosi retailer. In questo senso Planet aiuta le aziende ad intercettare questi shopper ad alto potenziale di spesa e ad aumentare sensibilmente il business che ne deriva. Grazie ad una consulenza a 360° che va da sofisticati servizi di business intelligence all'integrazione di sistemi di pagamento all'avanguardia, permettiamo ai retailer italiani di garantire ai loro clienti una customer experience senza pari".



Fare Business

numero di 05/09/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn