Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 20/06/2018
Digital Business

Troostwijk porta le aste industriali a portata di tutte le imprese, valorizzando gli strumenti
Sbattella: l'occasione è per chi vende o rinnova, ma anche per chi acquista. E non solo per il prezzo

"Troostwijk è la più grande casa d'aste industriali in Europa", ha esordito Paolo Sbattella, Managing Director di Troostwijk Italia. "Il gruppo nasce in Olanda negli anni trenta e si occupa della valutazione e della consulenza garantendo rapidità, sicurezza e trasparenza delle aste".
Ma qual è l'obiettivo di Troostwijk? "Ogni cosa ha un proprio valore - precisa Sbattella - e c'è sempre una seconda vita per gli strumenti aziendali, qualcuno che potrebbe averne bisogno per migliorare le proprie performance o per allargare il proprio business. In Italia, per esempio, esistono molte esigenze legate ai territori, ai distretti e alle peculiarità produttive e molte grandi aziende dismettono macchinari che possono essere utilissimi per le PMI. Sono opportunità che permettono di portare reale valore alle aziende, sia per chi si libera sia per chi acquista".
Le aste di Troostwijk contano di 500.000 lotti annui e l'azienda realizza valutazioni per aziende in settori diversificati tra cui: l'agricoltura, il food, la metallurgia, il legname, la costruzione e il movimento terra. "C'è una forte esigenza di leasing presso le aziende italiane - ha proseguito Sbattella - e questo spesso frena il cambiamento e il rinnovo. In realtà, un sistema come il nostro, fatto di aste e di valore reale, permette di realizzare delle vendite di macchinari di tutti i tipo in modo semplice, diretto, assolutamente sicuro e informatizzato".
Ma quali sono le opportunità più interessanti del panorama italiano? "Le aste dei tribunali fallimentari potrebbero offrire opportunità incredibili in termini di valore se sfruttate meglio", ha incalzato Sbattella. "Troppe perizie fuori mercato e aste al ribasso le rendono poco appetibili per chi deve utilizzare strumenti professionali. Non serve molto per migliorare la situazione e allargare il mercato, ma soprattutto, valorizzare il parco macchine nel modo migliore".
L'industria italiana e in generale tutto il tessuto produttivo è interessato dalla aste industriali, ma ci sono tanti prodotti presenti nelle aste online, e quindi facilmente consultabili, che potrebbero interessare anche le PMI. "Le aziende hanno bisogni latenti che faticano a soddisfare - ha concluso Sbattella - e che si scontrano con la necessità delle Piccole e medie imprese di muoversi rapidamente nei mercati internazionali. Quante aste nascono dall'esigenza di liberare un capannone per fare spazio a nuove strutture? Questi apparecchi per la produzione possono diventare vitali per altri, per imprenditori che grazie a un'intuizione aprono nuovi rami d'azienda. Se ci si concentrasse solo sul concetto di materiale d'occasione online si perderebbero di vista le vero opportunità che la piattaforma offre, perché le offerte sono tantissime e, magari, scorrendole, si possono trovare opportunità che vanno oltre il business attuale. Ed è per questo che la nostra piattaforma viene apprezzata non solamente da chi vende i prodotti industriali, ma anche da chi li acquista".



Digital Business


Condividi su LinkedIn numero di 20/06/2018
Torna al SOMMARIO








SEGUICI