Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 07/03/2018
Digital Business

China Connect: l'evento per capire come fare business nel Paese del Dragone
de Carayon: come creare un marchio occidentale sul web cinese e raggiungere gli utenti a livello globale: social, commercio, content, dati e tecnologia innovativa sono i pilastri della due giorni di Parigi

China Connect è il più grande raduno europeo di esperti sulle tendenze dei consumatori cinesi, sul marketing tecnologico digitale e mobile. Questo evento unico raggiunge il top level del marketing occidentale e decision maker digitali del luxury, cosmetici, moda, vendite al dettaglio, beni di largo consumo, alimentari e bevande, automotive, servizi, viaggi, dati, comunicazione... L'evento si terrà a Parigi il 7-8 marzo. Ne abbiamo parlato con Laure de Carayon, Fondatore/Organizzatore China Connect Paris & Shanghai.

Che cos'è China Connect e chi è il vostro target?

China Connect è la conferenza sul marketing e l'innovazione della tecnologia digitale e mobile della Cina, con 2 edizioni annuali a Parigi e Shanghai. Si tratta di creare un marchio occidentale sul web cinese e di raggiungere gli utenti a livello globale: social, commercio, content, dati e tecnologia innovativa sono i pilastri dell'evento. Questo si rivolge in particolare al top management, ai responsabili marketing, digital, vendita al dettaglio/eCommerce, social media, innovazione, ricerca e media più in generale.

Perché si dovrebbe partecipare alla conferenza? In particolare gli italiani.

Internet cinese è un ecosistema unico con i suoi player, regole e, soprattutto, cultura: China Connect decifra questo panorama aziendale sempre connesso, in evoluzione, veloce e stimolante, con i migliori player cinesi con esperti di comunicazione, marketing e media basati in Cina.
Abbracciamo la complessità e la diversità del mercato con i leader, gli sfidanti ed i player di nicchia, quindi i marketer possono essere sicuri di essere nel cuore della "pentola" e di entrare in contatto con i "coperchi" al vertice.
Viviamo l'Anno 1 di un nuovo ordine digitale globale: da un lato, i titani, i BAT (Baidu, Alibaba, Tencent), hanno raggiunto una pietra miliare nelle loro dimensioni, sviluppo ed espansione; e dall'altra, una nuova generazione di imprenditori che hanno costruito imperi in pochi anni, che hanno già un pubblico globale/base di utenti, Didi (acquisizione Uber, bike sharing), Xiaomi (telefoni e IOT), o che hanno pianificato per giocare sul palcoscenico globale, come Toutiao (Newsfeed supportato dall'AI): quindi, eCommerce, pagamenti mobile e fintech, intrattenimento, giochi, guida autonoma, per esempio, sono solo alcune tra le industry globali che sono state colpite, sfidate, "disrupted", dalla crescita cinese nelle sfere del digitale e ddell'innovazione.
Quando si parla di Italia, lusso, cibo, automotive sono tra le aree di eccellenza. Tutto ciò che riguarda la promozione di tali settori per esempio, è condiviso in China Connect, come influencer marketing, nuovi retail, social media e contenuti (foto, video, live streaming), ecc... Inoltre, parlerà il Global Head of Marketing Maserati: visto che la Cina sta davvero aprendo la strada alla digitalizzazione del settore automobilistico, avere un brand automobilistico così iconico e raffinato che abbraccia la tendenza, sarà certamente uno degli interventi più importanti della 2 giorni di conferenze.

Quali sono i temi principali e gli interventi più importanti dell'evento di quest'anno?

Il tema di quest'anno è "La Cina, l'ispirazione del nuovo mondo", che attesta l'importanza cinese acquisita sul palcoscenico mondiale e una realtà tra il COMEX, con una strategia "Cina/APAC First". Quindi ci saranno 3 dialoghi "Est-Ovest" su Influencer marketing, New Retail and Innovation (con un focus sull'intelligenza artificiale), e anche un panel dedicato all'espansione dei brand cinesi e alle sfide dei marchi
Tra i gli interventi più importanti, sicuramente c'è quello del Presidente di Coca Cola China & Korea. É stato un decennio straordinario per la società Coca Cola in Cina e le cose imparate arricchiscono così tanto che ogni CEO dovrebbe partecipare.
Tom Doctoroff, interverrà sulle identità online cinesi rispetto agli occidentali. È uno dei massimi esperti dei consumatori e del marketing cinesi (ha trascorso più di 20 anni in Cina, tra cui molti anni dirigendo J. Walter Thompson APAC).
L'eCommerce di lusso ha visto l'ascesa degli acquirenti luxury cinesi con Secoo e come detto, Maserati. L'Influencer Marketing con KOLs; e poi Robin8, una piattaforma che collega brand e influencer. Meitu è uno dei principali player del boom della fotografia, dei video brevi e del live streaming in Cina, con una forte base di utenti all'estero. É la prima volta in assoluto partecipano a un evento in Europa. Ci sarà anche un master class di WeChat della durata di 2,5 ore: è obbligatorio occuparsi di questa app che viene utilizzata da circa un miliardo di persone.


In che modo la sua organizzazione ha selezionato i relatori?

Abbiamo seguito l'ecosistema cinese per 7 anni così come una varietà di settori, quindi prestiamo attenzione a quelli che sono interessati dai cambiamenti in corso e/o ai player attivi di questi cambiamenti. Tutti i relatori/aziende che rappresentano, hanno un track record, un'esperienza, un ordine del giorno, un messaggio, un'offerta di prodotti/servizi, una posizione, che ci illumina sul mercato e le sue tendenze.

La Cina diventa una fonte di ispirazione per le aziende occidentali. Nella sua esperienza, quali sono le cose più importanti da imparare per loro per creare un business di successo con questo Paese?

Prova e impara, pensa, agisci e scala velocemente, sii agile, opportunista, umile, paziente, non arrenderti. E possibilmente parla il mandarino. Poiché ci saranno sempre più cinesi che parlano inglese, e sanno (e sapranno sempre) più di quanto noi non ne sapremo mai di loro. La loro creatività migliorerà. Le loro capacità e capacità tecniche sono migliorate e/o hanno avuto successo. Ci aspettano grandi sfide future.



Digital Business

numero di 07/03/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn