Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 21/02/2018
Finanza e investimenti

Fed, che Presidenza sarà quella di Powell?
Wall (OMGI): continuerà sul percorso iniziato da Yellen: stretta monetaria per rispondere alla domanda di credito in aumento in un contesto di boom per l'economia

Il nuovo Presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha davanti a sé un compito difficile. Erediterà valutazioni altissime degli asset e un'economia che cresce oltre il suo potenziale.
Si troverà anche ad avere a che fare con un Presidente alla Casa Bianca che ritiene che il benessere creato dal rialzo dei prezzi degli asset sia il migliore risultato della sua - molto più che controversa - Presidenza. Powell sarà il nuovo Arthur Burns, il cui mandato fu fortemente influenzato dal Presidente Nixon? O difenderà con vigore l'indipendenza della Fed? Noi crediamo nella seconda opzione e presto scopriremo se sarà così.
L'economia statunitense sta praticamente già viaggiando alla massima velocità e rimangono poche capacità non utilizzate nell'economia, soprattutto se si considera l'impatto della recente riforma fiscale.
Di conseguenza, le probabilità che l'inflazione cominci ad aumentare notevolmente in questo contesto sono molto alte. Un possibile scenario indica che Powell potrebbe dover tenere in considerazione questo aumento e sacrificare la crescita economica per preservare la credibilità della Fed nella gestione dell'inflazione.
Ciò non lo renderebbe molto popolare agli occhi di Trump, che ha già tentato di prendersi la maggior parte del merito per il rally nel mercato azionario e per la forza dell'economia più in generale. Sarà molto interessante vedere nel corso del 2018 se questo scenario diventerà realtà.
Il mercato non sta scontando questa eventualità. Al contrario, ritiene che la Fed sarà felice di mantenere le condizioni finanziarie inalterate e di permettere all'economia di continuare il suo rally, aiutato dalla recente speculazione sul fatto che la Fed potrebbe cambiare il suo mandato per mirare ad un'inflazione all'1,5-3%.

Riteniamo che Powell continuerà sul percorso iniziato da Yellen: stretta monetaria per rispondere alla domanda di credito in aumento in un contesto di boom per l'economia. Vedremo di conseguenza un aumento ulteriore dei rendimenti dei titoli di Stato americani e un mercato azionario vulnerabile.

Nicholas Wall, gestore del fondo Old Mutual Strategic Absolute Return Bond, Old Mutual Global Investors



Finanza e investimenti

numero di 21/02/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn