Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 13/12/2017
Fare Business

Salute e turismo insieme per aumentare l'attrattività del Paese
Bucalo (Health in Italy): le nostre strutture sanitarie sono all'avanguardia e siamo competitivi. Da proporre insieme ad un patrimonio turistico imbattibile

Il turismo sanitario è una realtà consolidata a livello mondiale e anche il nostro Paese può organizzarsi per entrare con argomentazioni molto valide, nel circuito internazionale.
"Il mercato non è piccolo - ha commentato Pier Paolo Bucalo, Presidente di Health in Italy - perché stiamo parlando di 6-7 milioni di turisti che viaggiano per prestazioni sanitarie. Gli argomenti sono svariati, ma quello che conta è il cost saving. Il nostro Paese è da sempre un'attrazione turistica importante, per le bellezze naturali e artistiche, ma anche per l'ospitalità, il benessere, il cibo, la moda e lo stile i vita in generale. Ci siamo accorti che le prestazioni sanitarie che vengono offerte dai nostri centri ospedalieri sono di qualità e con prezzi molto competitivi rispetto ad altri".
Un'eccellenza che il Paese ignora, un patrimonio certamente importante che è emerso in un recente convegno promosso da Ministero degli Esteri, Ministero della Salute e MIBACT del titolo "Qualità del sistema sanitario italiano, turismo e attrattività dei territori". Proprio durante questo evento è stato presentato il brand che unisce le strutture sanitarie italiane di eccellenza che operano nel Medical Tourism, "Health in Italy" (www.healthinitaly.org).
"Si tratta di un'associazione senza fini di lucro - ha proseguito Bucalo - che ha lo scopo di promuovere l'intera filiera della salute, costituita da strutture ospedaliere, alimentazione, benessere, stili di vita e strutture alberghiere all'interno dei circuiti di turismo sanitario. Il Ministero degli Esteri ci supporta a livello internazionale e abbiamo creato un International Office all'interno delle strutture ospedaliere per aumentare la competitività.
Partiamo dal fatto che il nostro Paese si è classificato al primo posto al mondo per la qualità della vita secondo il Bloomberg Global Health Index 2017, ma anche primo nella classifica dei Siti Unesco. E' un vantaggio che bisogna sfruttare e da cui - facendo sistema con le attività del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, le nostre regioni, e l'eccellenze delle strutture sanitarie pubbliche e private - è possibile avere un vantaggio economico importante, stimato in oltre 5 miliardi di euro l'anno".
Non è certo un'operazione facile, è necessario fare sistema, creare proposte coerenti e competitive.
"Il focus è creare pacchetti che possano essere interessanti sia per le specialità ospedaliere sia per la gestione dei servizi", ha proseguito Bucalo. "L'Italia offre servizi sanitari di qualità in strutture all'avanguardia, creare poi opportunità per trascorrere la convalescenza in località convenzionate non è un'impresa impossibile. Lo scopo dell'associazione è accogliere il turista/paziente internazionale ed offrirgli non solo un servizio medico e sanitario di qualità eccellente, ma anche di poter trascorrere il proprio tempo a contatto con le nostre bellezze e assaporare il nostro stile di vita".
Per fare questo, è necessario fare sistema tra sistemi ospedalieri e strutture alberghiere, fare in modo che le lingue non siano un ostacolo e creare le migliori opportunità. "Per ora abbiamo a catalogo 10 strutture ospedaliere, che diventeranno 25 a breve - continua Bucalo - ma non partiamo da zero, nel senso che già oggi nelle nostre strutture, tra i pazienti solventi, si trovano diversi clienti internazionali. E'necessario che venga costituito in ogni presidio un International Office per fare in modo che si possa mappare la competitività dei servizi. Consideriamo che il tempo medio di permanenza di un turista nel nostro paese è di due o tre giorni, qui stiamo parlando di due o tre settimane! Stiamo pubblicando la Guida di Medical Tourism di Health in Italy e quindi inizieremo la promozione dell'Italia sul mercato del Medical Tourism".

Un progetto da seguire nel tempo, perché un aumento di fatturato significa, inevitabilmente, nuove opportunità di lavoro e una crescita dell'eccellenza del Paese.



Fare Business


Condividi su LinkedIn numero di 13/12/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI