Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 30/08/2017
Idee e opinioni

Tecnologia e sostenibilità non sono in contrasto tra loro
Lemey (Degroof Petercam AM): senza sminuire l'importanza delle problematiche, si può comunque sostenere che i benefici della tecnologia superino di gran lunga i lati negativi soprattutto in ambiti come l'ambiente e il sociale

Sin dalla Prima Rivoluzione Industriale, la tecnologia è stata una forza controversa capace molto spesso di creare un solco tra vincitori e vinti nel processo di evoluzione tecnologica. L'introduzione del telaio meccanico portò alla nascita dei Luddisti, un gruppo di tessitori inglesi che nel XIX secolo distrusse macchinari come il telaio meccanico in segno di protesta.
In questo periodo ci confrontiamo con un'evoluzione tecnologica simile: la robotica. Il numero globale di robot industriali negli ultimi 10 anni è cresciuto del 72%, mentre i posti di lavoro manifatturieri negli Stati Uniti sono diminuiti del 16%. Inoltre, sin dalla fine degli anni ottanta, l'evoluzione tecnologica ha raramente portato a un aumento della produttività, il cosiddetto "Paradosso di Solow". Per di più, due economisti hanno recentemente concluso che sia i posti di lavoro sia i salari si stanno abbassando nelle aree degli Stati Uniti dove i robot sono più utilizzati. Avevano ragione i Luddisti?
Un altro allarmante sviluppo riguarda l'aumento di cyber-attack su larga scala. È risaputo che l'elezione del Presidente degli Stati Uniti è stata quanto meno influenzata, se non addirittura determinata, da uno scandalo informatico. Inoltre, un mondo sempre più interconnesso dà origine a numerosi problemi di privacy dei dati. Questi ultimi spaziano dalla fuga da Youtube da parte delle maggiori compagnie a livello mondiale dopo che i loro spot sono stati mostrati in contesti inappropriati, a Facebook che permette agli inserzionisti di escludere "affinità etniche", come afroamericani o ispanici, dal vedere le campagne pubblicitarie. Possiamo soltanto immaginare cosa Facebook, Google e il governo realmente conoscano su di noi.
Senza sminuire l'importanza delle problematiche sopra indicate, si potrebbe comunque sostenere che i benefici della tecnologia superino di gran lunga i lati negativi soprattutto in ambiti come l'ambiente e il sociale.
Primo, tutti abbiamo visto le impressionanti immagini del collasso degli iceberg, ma l'ultima immagine distribuita da National Geographic, che dimostra il rapido tasso di crescita del muschio stagionale che sta effettivamente rendendo l'Antartide verde, è stata per noi una novità. Oppure il fatto che il numero di transistor per chip raddoppia ogni 18 mesi. In sostanza, questo consente ai nostri smartphone di diventare più piccoli e sottili nel tempo. Quasi ogni dispositivo nel mondo, dai dispositivi elettronici ai macchinari industriali, contiene chip semiconduttori. Rendere questi chip più efficienti a livello energetico sta senza dubbio contribuendo a un ambiente migliore.
Secondo, la digitalizzazione delle industrie, o Internet delle Cose (IoT) riguarda dispositivi di connessione, macchinari, veicoli e altri oggetti per scambiare dati. Crediamo che questo sia un grande passo in avanti nel migliorare l'efficienza in diversi settori. Per esempio, oggi negli Stati Uniti, fino al 15% della fornitura pubblica d'acqua viene perso lungo le condutture di distribuzione. Usando condotti connessi e un software di monitoraggio, sarebbe facile individuare i responsabili di questa scandalosa perdita di acqua potabile.
Se si considera che la domanda d'acqua eccederà l'offerta entro il 2030, e che 3,9 miliardi di persone vivranno un severo stress idrico entro il 2050, è facile capire la gravità di questo problema e l'importante ruolo che la tecnologia può svolgere. Se si guarda all'industria oil&gas, già negli scorsi anni quest'ultima ha "digitalizzato" i giacimenti petroliferi. Giacimenti completamente digitalizzati con controllo remoto portano a una diminuzione di gravi e significative fuoriuscite di idrocarburi nell'aria o nel mare. Potremmo spingerci a dire che l'esplosione della Deepwater Horizon al giacimento petrolifero Macondo avrebbe potuto essere evitata grazie ad appropriati interventi preventivi di manutenzione.
Quest'ultimo esempio è solo uno dei tanti di come la tecnologia possa giovare anche su aspetti sociali. Un importante beneficio che vogliamo segnalare è il miglioramento della qualità della vita sul lavoro. La tecnologia permette ai dipendenti di lavorare da casa, i bambini ricoverati possono essere virtualmente presenti in classe con i loro compagni con istruzione a distanza e gli anziani possono passare più tempo a casa grazie ad un sistema di monitoraggio del paziente.

Molte persone tendono a pensare che ci sia veramente poco che possano fare individualmente riguardo a scarsità di cibo, riscaldamento globale o alle numerose altre sfide con cui il pianeta oggi si sta confrontando. Tuttavia, come manager attivi dell'ambito sostenibile di Degroof Petercam AM (DPAM), è nostra missione assumere un ruolo guida attivo nel contribuire a un mondo più sostenibile. Non siamo Luddisti, sosteniamo e investiamo in società che ci aiutano a realizzare questo obiettivo.

Quirien Lemey, co-gestore del fondo DPAM Invest B Equities World Sustainable presso Degroof Petercam AM



Idee e opinioni


Condividi su LinkedIn numero di 30/08/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI