Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 19/07/2017
Sport Business

I ritiri delle squadre sono un business significativo (anche per chi li ospita)
Il Trentino - Alto Adige investe in questo segmento, con ritorni importanti

Il momento dei ritiri estivi è una grande occasione di business, sia per le squadre che li devono fare, perché è un momento di contatto coi propri sostenitori, sia per chi li ospita perché può trarre un grande vantaggio dall'indotto.
Non è un caso che anche quest'anno la meta preferita è la regione Trentino - Alto Adige, perché sono 18 le squadre di calcio tra la serie A e la Lega Pro a scegliere la provincia di Trento e almeno 4 di serie A che sono ospitate nella provincia di Bolzano.
Attraverso le due controllate, Trentino Marketing e IDM Alto Adige, si è creato un vero e proprio circuito di promozione turistica intorno alle località più ambite.
Investimenti che riguardano la promozione degli eventi, l'organizzazione, ma anche una sponsorizzazione più duratura attraverso la cartellonistica degli stadi a bordo campo.
Si calcola che il ritorno economico per una società di alta classifica supera il milione di euro, ma che l'investimento della solo Trentino Marketing si aggira intorno al 750 mila euro, mentre si calcola che l'intero indotto si aggiri intorno ai 10 milioni di euro, comprendente la ricettività alberghiera e tutti i servizi collaterali.
Si aggiunge il fatto che il 65% dei turisti in Trentino lega la propria vacanza allo sport praticato.
Lo sport più seguito in Italia, il calcio, è ovviamente una buona occasione di contatto con milioni di appassionati, ma significa anche capacità di avere aree adeguate per le esigenze delle squadre e dei tifosi, ma soprattutto l'opportunità di sviluppare altre opportunità. Per esempio, il Trentino - Alto Adige è la regione con la più alta incidenza di un turismo sportivo, ossia di praticanti uno sport.
Quindi, il marketing territoriale investe per attirare visitatori, ma al tempo stesso le strutture dei comuni devono essere adeguate e moderne per rispondere alle esigenze e per questo si crea un circolo virtuoso che si è innescato oltre 10 anni fa.

Una ricaduta importante in termini di fatturato per le attività della regione, soprattutto se consideriamo che una volta la montagna generava fatturato solo d'inverno e per gli appassionati delle escursioni d'estate, mentre oggi il periodo caldo gode di grande visibilità e di ottimi introiti, peraltro nemmeno in un periodo di alta stagionalità.
Un vero affare per tutti.



Sport Business


Condividi su LinkedIn numero di 19/07/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI