Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 19/07/2017
Finanza e investimenti

Immobiliare: torna a crescere il mercato delle case al mare
Secondo il Centro Studi Casa.it, fra le prime 15 località che per vivacità di scambi stanno registrando le migliori performance, 2 sono in Sardegna (Porto Cervo e Porto Rotondo) e 2 sono Campane (Capri e Anacapri)

L'estate è ormai iniziata e mai come quest'anno torna di moda trascorrere le vacanze nel nostro Paese. Sarà per la "Grande bellezza" che solo qui è possibile trovare, sarà magari una questione di più prosaica "sicurezza", ma questa stagione si è annunciata come foriera di un grande ritorno del turismo nazionale. Complice magari una crisi per le famiglie che non passa.
In questo senso va letta un'analisi del mercato Real Estate italiano condotta dal Centro Studi Casa.it, che ha preso a campione alcuni macro dati sulla capacità ricettiva di località turistiche marine. Fra le prime 15 località che per vivacità di scambi stanno registrando le migliori performance, 2 sono in Sardegna (Porto Cervo e Porto Rotondo) e 2 sono Campane (Capri e Anacapri).
Prezzi più bassi rispetto a 5 anni fa, insieme all'aumento della domanda del "mordi e fuggi" stanno incrementando le richieste d'acquisto e d'affitto, specie nelle località marine.
L'aumentata redditività dell'investimento sta stimolando negli italiani il desiderio di acquistare una seconda casa.
Ma tornando ai dati emersi dall'analisi condotta, specie in località marine italiane, si evince come Costa Smeralda, Porto Cervo e Porto Rotondo riescano ad offrire al mercato non solo ville milionarie, in affitto per decine di migliaia di euro a settimana, ma anche mono e bilocali in vendita con prezzi compresi fra i 175.000 e i 250.000 euro, affittabili nei mesi estivi a 800/1400 euro a settimana. Le due località campane in vetta al mercato sono Capri e Anacapri che oltre a ville o appartamenti di grandi metrature dai costi superiori al milione di Euro, offrono all'investitore anche mono e bilocale a prezzi variabili fra i 4.000 e i 6.000 euro al mq.
Nella fascia intermedia troviamo dunque località in cui i valori di mercato delle seconde case variano in un range compreso fra i 1.500 e i 3.500 euro al mq e dove gli affitti settimanali non superano i 750 euro (per un bilocale con 4 posti letto).

Ma non sono solo le mete più care e più in voga delle nostre coste a registrare cambiamenti di tendenza positivi, quanto più quelle "popolari", meno ricercate ma altrettanto incantevoli come Gabicce Mare, Celle Ligure o Sirolo nelle Marche, in cui il trend della domanda d'acquisto registra un forte segno positivo.



Finanza e investimenti


Condividi su LinkedIn numero di 19/07/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI