Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 15/03/2017
Sport Business

Liverpool: bilancio in perdita nonostante il record di fatturato
Hughes: questi risultati dimostrano un solido progresso finanziario, con continui investimenti nella squadra e il completamento della tribuna centrale dello stadio

Non sempre avere importanti incrementi di fatturato serve a ottenere un bilancio solido. Anzi, se le spese vanno fuori controllo, magari per errori nella compravendita di giocatori, può essere un guaio. Infatti, non arrivano le vittorie e si rischia di non partecipare ai remunerativi tornei della UEFA.
E' questo il caso del Liverpool FC, che milita nella Premier League, che ha annunciato perdite per 19,8 milioni di sterline (23,1 milioni di euro) per la stagione 2015-16. Una perdita arrivata nonostante una performance da record nel fatturato.
Le entrate complessive son ostate pari a 301 mln di sterline, con un incremento di 3,9 milioni rispetto all'anno precedente, con gli incassi da stadio cresciuti fino a 62,4 mln ed entrate dai media per 123,6 mln, mentre le entrate commerciali dal marketing sono scese leggermente a 115,7 mln di sterline.
Tuttavia, le ottime cifre delle entrate sono state offuscate dalla perdita complessiva, che il club ha dovuto sostenere per transfert dei calciatori (con minusvalenza) e la buonuscita dell'ex manager Brendan Rodgers, licenziato a ottobre 2015.
Il Liverpool ha acquistato 12 nuovi giocatori nelle due sesioni di mercato estiva e invernale, tra cui l'attaccante Christian Benteke (pagato 32 mln), che nel frattempo ha lasciato il club, e l'ala Roberto Firmino comprato per 29 mln.
La perdita è in netto contrasto con il precedente esercizio, durante il quale il club è stato in grado di produrre un utile di 60 milioni, in gran parte dovuto alla cessione della stella Luiz Suarez al Barcellona per 75 mln.
Nonostante la perdita, il Liverpool è l'unica squadra nella top 10 della Deloitte Football Money League che non ha giocato nella UEFA Champions League durante la stagione 2015-16.
Secondo Andy Hughes, Chief Operating Officer di Liverpool, "questi risultati dimostrano un solido progresso finanziario che è stato fatto nel corso degli ultimi sei anni sotto la guida del Fenway Sports Group, con continui investimenti nella squadra e il completamento della tribuna centrale dello stadio.
L'aumento del fatturato aggiunge ulteriore forza alla posizione finanziaria del club, nonostante i costi del calcio siano in aumento, comprese le spese dei cartellini dei giocatori, dei salari e dei costi degli agenti. Durante questo periodo, abbiamo anche concordato una nuova linea di credito di cinque anni, che assicura ulteriormente la stabilità finanziaria a lungo termine del club.
"Tutti e tre i principali flussi di entrate continuano a mostrarsi forti e le entrate commerciali hanno tenuto, indipendentemente dall'impatto della tribuna principale ad Anfield".
La nuova tribuna dello stadio di Anfield è stata aperta nel settembre di quest'anno e Hughes ha affermato che l'aumento della capacità dello stadio, così come i vari altri progetti di investimento, contribuiranno a rafforzare le entrate per l'anno in corso.
"Gli investimenti di questa proprietà sono stati un fattore chiave del nostro avanzamento finanziario e globale", ha detto Hughes. "Abbiamo visto continui investimenti nella squadra di gioco; la tribuna centrale centrale espansa; il nuovo flagship store di vendita al dettaglio in apertura entro la fine dell'anno; abbiamo completamente ristrutturato i negozi a Liverpool e Belfast; e ci stiamo consultando su una proposta di sviluppo presso la nostra Accademia di Kirkby per riunire la prima squadra e quelle giovanili.

Questi investimenti contribuiscono a ulteriori progressi e a rafforzare la posizione finanziaria del club che, in ultima analisi, serve a sostenere tutte le nostre ambizioni nel calcio".
Liverpool ha annunciato infine che Peter Moore diventerà il suo nuovo CEO. Moore, che attualmente opera come CEO alla Electronic Arts, assumerà il suo nuovo ruolo nel mese di giugno e rapporterà direttamente ai proprietari del club, Fenway Sports Group. Moore sostituirà Ian Ayre, che sta per assumere un ruolo nel Monaco 1860, in Bundesliga 2.



Sport Business


Condividi su LinkedIn numero di 15/03/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI