Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 15/02/2017
Sport Business

Il Manchester United spodesta il Real Madrid al vertice della Money League
Al secondo posto si classifica il Barcellona, che precede Bayern e Manchester City. Nella Top 20 anche Juventus, Roma, Milan e Inter

I soldi contano. E contano ancora di più quando si parla di calcio, poiché ormai le squadre di vertice hanno bilanci da far impallidire molte corporation. Maggiore è il fatturato e più probabilità ci sono che possano essere acquisiti campioni, anche se il fatto di per sé non è garanzia di vittoria. A monitorare i loro bilanci ci pensa, come ogni anno, la società di servizi finanziari Deloitte, con la sua pubblicazione Football Money League. Il rapporto prende in esame principalmente tre parametri: gli incassi da stadio, ricavi commerciali e diritti media. Per l?edizione del 2017, che prende in esame l?anno fiscale che si chiude il 30 giugno, c?è stato un cambio al vertice della classifica.

Il Manchester United, per la prima volta in 11 stagioni, ha infatti superato e staccato il Real Madrid come il team di calcio che ha generato il maggior fatturato al mondo.
La società Deloitte ha riscontrato che il club inglese di Premier League ha realizzato un fatturato di 689 mln di euro, nella stagione 2015-16, con il Real Madrid che scende addirittura di due posizioni, scavalcato dallo storico rivale Barcellona. Il Manchester City è entrato per la prima volta nella Top 5, alle spalle del club tedesco della Bundesliga Bayern Monaco che rimane al quarto posto. Il Manchester United ha raggiunto la vetta nonostante sia stato eliminato dalla UEFA Champions League nella fase a gironi e dopo un non lusinghiero quinto posto in Premier League. Tuttavia, il club ha vinto la FA Cup.
Otto dei primi 20 club della classifica appartengono alla Premier League e Tim Bridge, senior manager di Deloitte, ha ipotizzato che sia probabile che quasi tutti i club di Premier League saranno nella Top 30 il prossimo anno a causa del munifico contratto per i diritti media che è partito questa stagione.
"The Money League continua a dimostrare la solidità finanziaria della Premier League", ha affermato Bridge. "L?ingresso in classifica del Leicester dimostra che il successo sul campo offre a un club di Premier League la possibilità di un posto nella Top 20".
Oltre a Real Madrid e Barcellona, ??solo un altro club spagnolo, l'Atletico Madrid, ha fatto un balzo in avanti. In classifica sono presenti tre club tedeschi (Bayern, Borussia Dortmund e Shalke 04) e quattro italiani (Juventus, Roma, Milan e Inter), così come un rappresentante della Francia (Paris Saint-Germain) e della Russia (Zenit St Petersburg).
"Lo United ha raggiunto una fenomenale crescita dei ricavi commerciali per raggiungere questo obiettivo", ha affermato Dan Jones, partner del Business Group Sport di Deloitte. "Negli ultimi anni, la loro capacità di garantire partnership commerciali con un valore superiore a quello ottenibile dai loro concorrenti è stato il fattore fondamentale per consentire al club di ritrovare il primo posto nella Money League".

Money League - Top 20


2015-16 ranking (2014-15 ranking) / Club/2015-16 revenue in mln di euro

1 (3) Manchester United/689
2 (2) Barcelona/620.2
3 (1) Real Madrid/620.1
4 (5) Bayern Munich/592
5 (6) Manchester City/524.9
6 (4) Paris Saint-Germain/520.9
7 (7) Arsenal/468.5
8 (8) Chelsea/447.4
9 (9) Liverpool/403.8
10 (10) Juventus/341.1
11 (11) Borussia Dortmund/283.9
12 (12) Tottenham Hotspur/279.7
13 (16) Atletico Madrid/228.6
14 (13) Schalke/224.5
15 (15) AS Roma/218.2
16 (14) AC Milan/214.7
17 (18) Zenit St Petersburg/196.5
18 (n/a) West Ham United/192.3
19 (20) Inter Milan/179.2
20 (n/a) Leicester City/172.1

 



Sport Business


Condividi su LinkedIn numero di 15/02/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI