Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 28/09/2016
Digital Business

Instant Article di Facebook per migliorare le vendite dell'eCommerce
Gaglio: la strategia di EMP per coinvolgere nel migliore dei modi i clienti mobile

"Mi pare di avere capito che il disegno di Facebook sia piuttosto semplice", esordisce Alberto Gaglio, Country Manager di EMP Mailorder Italia: "se non produci contenuti all'interno della piattaforma e rimandi all'esterno di Facebook vieni penalizzato. Lo scopo del social network è restare all'interno delle piattaforme e in questo contesto di tempo speso dentro l'applicazione Facebook si inseriscono gli Instant Articles".
É bene ricordare che gli Instant Articles sono dei rimandi a contenuti pubblicati sul proprio sito web che restano all'interno dei server di Facebook. Il vantaggio è che praticamente giungono sullo schermo degli smartphone in tempo reale, con una propria impaginazione autonoma, rispondendo alla lentezza tipica e antipatica dell'apertura di un sito web.
"Come EMP, ma anche con il portale metallus.it abbiamo provato a utilizzare gli Instant Articles per capire se poteva portare dei vantaggi ai contenuti", ha proseguito Gaglio. "Di fatto, abbiamo punte di utilizzo piuttosto elevate e oggi l'estensione dei nostri articoli in versione Instant Articles è all'ordine del giorno. Dopo una fase iniziale in cui faticavamo a conteggiare correttamente l'apertura di questi articoli, abbiamo riscontrato che sono davvero molti i lettori che giungono ai nostri contenuti attraverso la piattaforma. Teniamo conto che in questo momento, circa il 75% del nostro pubblico arriva dalla piattaforma di Mark Zuckerberg e stiamo registrando un'importante crescita del mobile i generale".
Gli Instant Articles sono fruibili sono attraverso l'App di Facebook, ma di fatto sono pagine web complete, con tanto di contenuti multimediali e persino pubblicità.
"Il nostro business, lato eCommerce, è vendere prodotti - ha proseguito Gaglio - e i link ai prodotti in fondo agli articoli generano traffico e vendite sul nostro portale, ovviamente se posti con attenzione. Questa è già una buona generazione di revenue, ma non è l'unico vantaggio. Infatti, al termine degli articoli del nostro blog ci sono dei rimandi ad altri Instant Articles e ci permette di aumentare la nostra reach degli utenti. E Facebook consente di integrare la pubblicità, come nel nostro caso, all'inizio sfruttando Google Adwords. I risultati non erano così malvagi, ma abbiamo provato a utilizzare la piattaforma di Facebook, Audience Network e abbiamo notato che potevamo guadagnare di più rispetto a Google. Non solo, Audience Network ha un visual molto più accattivante e quindi piacevole da vedere,ma anche maggiormente cliccabile da parte degli utenti. In sostanza, Facebook paga molto più di Google e porta più click sulla pubblicità, quindi il vantaggio è enorme. Lavorando nel mondo dell'eCommerce di nicchia, sappiamo quanto sia importante il marketing, ma anche la maniera con cui si fa pubblicità. Avere conversioni dai post del blog sui prodotti citati è fondamentale per continuare a investire sula piattaforma, non solo in termini di contenuti ma anche di creatività e i nostri lettori sono attenti anche all'aspetto estetico. Noi sappiamo che i contenuti premiano, ma il nostro business è vendere prodotti e combattere contro colossi come Amazon e per batterli dobbiamo offrire contenuti di un certo livello. L'utente apprezza i contenuti con il piccolo fulmine in alto a destra e, come nel caso degli articoli di metallus.it, la lettura all'interno di Facebook è istantanea e apprezzata moltissimo. In termini di tempo speso sui nostri contenuti e reach raggiunta, gli Instant Articles non hanno rivali".



Digital Business

numero di 28/09/2016
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>