Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 08/06/2016
Fare Business

Migliorare la visibilità sui propri asset informativi e' una necessita' delle aziende moderne
Zebra propone una strategia "sense, analyze, act" per migliorare i processi delle imprese

Dati, informazioni, strumenti. Oggi le aziende parlano soprattutto di elementi che fino a qualche anno fa sarebbero stati molto lontani dal proprio business. Ma in realtà oggi un'azienda moderna non sarebbe in grado di funzionare senza una fitta rete di informazioni a supporto delle decisioni. Abbiamo incontrato Daniele Schinelli di Zebra Technology per capire come si sta evolvendo questo mercato e quali sono le tendenze.
"Siamo partiti 18 mesi fa dall'acquisizione della divisione Enterprise di Motorola - ha esordito Schinelli - e quindi siamo leader nel settore mobility. Operiamo in un settore in cui la tecnologia si sviluppa molto rapidamente, ma nel frattempo la stessa deve essere accolta dal mercato. Per questo motivo, noi operiamo seguendo tre elementi principale: acquisizione dei dati, analisi e azioni".
Una filosofia che Zebra Technology sposa da sempre, ossia tecnologia applicata. "Noi siamo sempre stati riconosciuti dai clienti per una fortissima vocazione all'invio dei dati - prosegue Schinelli - e oggi le tecnologie sono cambiate ma il lavoro è sempre lo stesso, dall'invio wireless all'utilizzo del cloud per salvare i dati. La parola d'ordine è efficienza, perché i processi dei nostri clienti sono fondamentali nel loro business, parlo per esempio dei trasporti, retail o manufacturing."
Aziende che oggi hanno esigenze molto di verse tra loro, vuoi per diversificarsi, vuoi per specializzazione. "Ogni azienda ha dei processi al proprio interno e questi processi sono tutti orientati verso la digitalizzazione", prosegue Schinelli. "Se pensiamo a un retailer, oggi vuole conoscere i propri clienti, sapere quando sono entrati in un negozio, cosa cercavano, quanto spendono e via di seguito. Per fare tutto questo c'è bisogno di tanta tecnologia, ma che sia trasparente per l'utente, che non entri nel suo privato e che non lo disturbi. Disporre di queste informazioni permette di scegliere quale merce esporre e in che modo, quali promosioni attivare e in generale mettere in moto de processi di vendita sofisticati. Se pensiamo alla logistica, non basta sapere dove si trova un pallet, ma analizzarne i movimenti e prevedere le rotture di stock. Concetti semplici e non nuovi. Nuovo deve essere l'approccio e la velocità con cui si hanno le informazioni sotto mano. Penso a un settore come l'Health Care, dove con qualche sensore nei letti dei pazienti si possono migliorare le prestazioni degli ospedali e fornire dati migliori, dettagliati e in tempo reale ai medici".
Una semplice questione di sensori, di dati, di informazioni?
Oggi esistono molte più applicazioni che raccolgono i dati rispetto al passato - prosegue Schinelli - ma è necessario provvedere a una corretta gestione di questi asset. Si tratta di un'intelligenza estesa che deve essere necessariamente controllata. La nostra vision si sta evolvendo verso la Enterprise Asset intelligence (EAI), in modo che le aziende possano avere a disposizione gli strumenti per prendere le decisioni nel modo più corretto. Visibility that's Visionary è la strategia che permette a Zebra di portare sul mercato delle soluzioni che possano permettere alle imprese di migliorare la visibilità sui propri asset".

Perché oggi siamo entrati davvero in un'era di informazioni estese?
"Internet of Things ha permesso di abilitare la generazione di dati da sistemi e processi in modo davvero esteso", conclude Schinelli. "Se da un lato abbiamo una produzione di dati, servono poi sistemi per memorizzarli, il cloud, sistemi per interpretarli e, come se non bastasse, la disponibilità in mobilità. Per questo la strategia 'sense, analyze and act' la reputiamo vincente. Le nostre soluzioni registrano (sentono) automaticamente le informazioni prodotte dall'azienda, diventano degli asset che ci permettono di capire delle altre informazioni correlate per l'analisi più o meno strategica. Questa permette di prendere delle decisioni, quindi di agire in tempo reale".



Fare Business

numero di 08/06/2016
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>