Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 24/02/2016
Sport Business

Sponsor: la Top 40 degli accordi 2015
Se non si tiene conto del "monster deal" tra Toyota e CIO, le sponsorship vedono lo sport USA farla da padrone: su 10,75 miliardi di dollari, ben il 44,5% della spesa su è asset sportivi con proprietà degli Stati Uniti (4,78 mld), rispetto al 22,6% su quelli di proprietà europee (2,43 mld)

Quello tra la casa automobilistica giapponese Toyota con il Comitato Olimpico Internazionale è stato il singolo più grande affare nella storia delle sponsorizzazioni sportive: 1,5 miliardi per una partnership mondiale di otto anni. Ovviamente è in testa alla Top 40 dei contratti per sponsor nel mondo dello sport del 2015.
Un altro record-breaker per il CIO nel 2015 è stato l'accordo con il comitato organizzatore locale per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 del valore di 1.91 miliardi di dollari, firmato lo scorso anno come Gold Partner. Ognuno dei 15 accordi come Gold Partner rappresenta un valore di circa 127 mln di dollari, per un contratto della durata da cinque a sei anni. Le società sono: Asahi Breweries, Asics, Canon, Fujitsu, JX Nippon Oil & Energy, Lixil, Meiji, Mitsui Fudosan, Mizuho, NEC, Nippon life Insurance Company, Nomura Holdings, NTT, SMFG, Tokio Marine & Nichido Fuoco Insurance Company.
I contratti correlate con le Olimpiadi hanno rappresentato un terzo dei Top 40 del 2015, in quello che è stato un anno eccezionale per gli accordi, come dimostra una ricerca di Sports Sponsorship Insider.

I contratti più "pesanti"

La Top 40 degli accordi elencati di seguito incrementa a 10,75 mld di dollari per tutta la durata dei contratti, con il 44,5% della spesa su asset sportivi di proprietà degli Stati Uniti (4,78 mld), 22,6% su asset sportivi di proprietà europee (2,43 mld), 17,8% su asset sportivi asiatici (1,91 mld) e il 15,1% su asset sportivi globali (1,63 mld).
Lasciando da parte l'accordo globale "una tantum" tra Toyota e il CIO, la maggiore spesa media totale per un accordo è stata negli Stati Uniti, dove un contratto medio nella Top 40 vale 318.92 mln di dollari, rispetto ai $ 270.4 mln in Europa e $ 127 mln in Asia. Per l'Italia, rientra nella classifica (al 9° posto) l'accordo tra adidas e Juventus, del valore di 238.7 mln di dollari in 6 anni.

Durate più lunghe

I contratti negli Stati Uniti hanno anche le durate più lunghe, con una media 10,6 anni per accordo, come la collaborazione della società di consulenza finanziaria Charles Schwab con il PGA Tour, gli accordi sui diritti sul nome dello stadio tra gruppo bancario US Bank e i Minnesota Vikings della NFL, o tra casa automobilistica Nissan e i Tennessee Titans della NFL che hanno aperto la strada ad accordi di 20 anni.
L'accordo più lungo in Europa l'anno scorso è stato anche il più grande: è quello firmato da adidas con il Bayern Monaco. Si tratta di 940 milioni di dollari in 15 anni. Tuttavia, le mega-offerte in Europa tendono ad essere più brevi - sei anni in media - e valgono meno all'anno.

Prezzo medio per singolo anno

In termini di prezzo medio per anno, i 15 accordi USA nella Top 40 hanno un valore di circa 50.05 mln di dollari all'anno, rispetto ai nove accordi con sede in Europa, che valgono, in media, 43.28 mln all'anno.
L'inclusione di spesa pubblicitària trasmessa in alcune fees per i diritti basati negli Stati Uniti è uno dei motivi per cui negli USA i contratti sono più ricchi di quelli in Europa, anche se i confronti possono essere fatti con pacchetti di Champions League che variano di ammontare con il livello di inventario per la sponsorizzazione in broacasting.

Top 40 Offerte del 2015

1. Toyota - CIO: $ 1.63 MLD per oltre 8 anni, 2017-2024;
2. AB InBev - NFL: $ 1,4 miliardi in 6 anni, 2017-2022;
3. Nike - NBA: $ 1 miliardo in oltre 8 anni, dal 2017-18 al 2024-25;
4. Adidas - Bayern Monaco: $ 940 mln in 15 anni, dal 2015-16 al 2029-30;
5. Verizon - NBA: $ 400 mln per tre anni, dal 2015-16 al 2017-18;
6. Adidas - Federcalcio spagnola: $ 330 mln per più di 11 anni, dal 2015-2016 al 2025-2026
7. Majestic Athletic - Major League Baseball: $ 275 mln per oltre 5 anni, dal 2015 al 2019;
8. Nike - Università del Texas: $ 250 mln per più di 15 anni, 2017-2031;
9. Adidas - Juventus: $ 238.7 mln in 6 anni, dal 2015-16 al 2020-21;
10. US Bank - Minnesota Vikings: $ 200 mln per più di 20 anni, 2016-2035;
11. Hyundai - NFL: $ 200 mlnper più di 4 anni, dal 2015-16 al 2018-19;

12. Shell - Ferrari: $ 200 mln in 5 anni, 2016-2020;
13. Charles Schwab - PGA Tour: $ 200 mln per più di 20 anni, 2015-2034;
14. Sony - UEFA: $ 200 mln in 3 anni, dal 2015-16 al 2017-18;
15. Yokohama Pneumatici - Chelsea: almeno $ 183 mln in 5 anni, dal 2015-16 al 2019-20;
16. National Car Rental - Riverfront Stadium di St. Louis: $ 158 mln accordo di oltre 10 anni;
17. Pepsi - NBA: $ 140 mln per più di 4 anni, dal 2015-16 al 2019-20;
18-32. Tokyo 2020 Gold Partner - CIO: 15 società con ciascuna $ 127 mln in più di 5 o 6 anni, dal 2015 al 2020;
33. Nissan - NCAA: $ 122.5 mln per oltre 3,5 anni, dal novembre 2015 al 2018-19;
34. Nike - Università del Michigan: $ 122.3 mln per più di 11 anni, da agosto 2016 al fine di 2027;
35. Gazprom - UEFA: $ 120 mln in 3 anni, dal 2015-16 al 2017-18;
36. Golden 1 - Sacramento Kings: $ 120m in oltre 20 anni, dal 2016-17 al 2035-36;
37. Standard Chartered - Liverpool: £ 75 mln ($ 117 milioni) in 3 anni, dal 2016-17 al 2018-19;
38. MasterCard - UEFA: $ 105m in 3 anni, dal 2015-16 al 2017-18;
39. Nissan - Tennessee Titans: $ 100m in più di 20 anni, dal 2015-16 al 2034-35;
40. Under Armour - Università del Wisconsin-Madison: $ 96m in 10 anni, a partire dal 2016 fino al 2025.

 



Sport Business

numero di 24/02/2016
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>