Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch

SOMMARIO

Editoriale - Spending review questa sconosciuta

La manovra finanziaria che il governo si appresta a varare non sembra andare verso ciò di cui ha bisogno il Paese. Anzi, aumenterà il deficit.
L'abbassamento delle tasse promesso da Renzi si risolve con una serie di tagli lineari alle Regioni e agli enti locali che, necessariamente, dovranno aumentare le imposte di loro competenza per mantenere i servizi. In soldoni, le famiglie pagheranno lo stesso se non di più.
Nessuna spending review seria, nessun taglio incisivo dove ci sarebbe molto da fare. Dopo Bondi e Cottarelli, anche il bocconiano Perotti sembra aver gettato la spugna.
Le previsioni su cui si basa la manovra, una ripresa di PIL e consumi, sono basate su fattori contingenti che potrebbero cambiare. Non dimentichiamoci che sono sostanzialmente due i motivi di un segno positivo dell'andamento dell'Italia, ed entrambi al di fuori del nostro controllo: basso costo delle materie prime (petrolio soprattutto) e svalutazione dell'euro sulle altre valute (dollaro su tutte). A questi va aggiunto il QE della BCE che anche mantiene bassissimo il costo del denaro. Nulla di cui si possa attribuire alcun merito a Roma.
Fitch a tal proposito ha avvertito che ''il debito italiano dovrebbe rimanere sopra il 120% fino alla fine del decennio, lasciando l'Italia altamente esposta a potenziali shock avversi''. L'agenzia di rating si mostra anche molto dubbiosa sulla nuova Legge di Stabilità, dal momento che ritiene la riforma della spesa contenuta in essa ''meno ambiziosa dei precedenti piani del governo''.
Avevamo tanto bisogno di una sforbiciata razionale alla spesa e ci ritroviamo con una classica legge elettorale figlia dell'annuncite.



Claudio Gandolfo

Idee e opinioni

L'immaginazione: la skill piu' importante del business

Dispositivi indossabili: la connettivita' ubiqua diventa realta'

Cover Story

Sidoti (WisdomTree): sui mercati ritorna l'appetito di rischio

Finanza e investimenti

Volatilita' del mercato e fattore Cina

Mercati emergenti sotto osservazione

Lo stile Value sottoperforma lo stile Growth da 9 anni

Che cosa frena davvero i rendimenti obbligazionari?

Perche' essere agnostici sul petrolio e positivi sulle azioni delle Big Oil

Brasile sotto pressione

Turchia: persa o ritrovata?

La gestione dei fondi immobiliari mostra il segno negativo

Domanda di credito da parte delle imprese: +3,2% nei primi 9 mesi del 2015

Marketing

Perche' si afferma il Branding From Below

Come ottenere il media delivery perfetto

Digital Business

Italia a tutto eCommerce: il mercato cresce del 16%

La Real Digital Bank: un nuovo modo di fare banca dando valore al digitale

Fare Business

Unioncamere: pronti altri 9mila potenziali startupper innovativi

Il rallentamento dell'economia cinese aumenta il rischio di default commerciale in Asia Pacifico

In Italia e' il momento dello smart working, ma attenzione all'effetto moda

Nel 2016 grazie al Jobs Act aumento degli investimenti e delle assunzioni

Polycom mette le persone al centro della Collaboration

Nessuna barriera per la telefonia in ufficio o in mobilita': connessione semplice e grande praticita'

Alcatel accetta la sfida del mercato mobile controllando la filiera di produzione

Varta: rinnovarsi nel segno della vicinanza ai clienti finali

Nel primo semestre del 2015 l'export vinicolo italiano negli USA vale oltre 631 milioni di euro

Sport Business

Visa Europe e' Partner Ufficiale del Campionato FIA di Formula E

Leisure

Relazioni Pubbliche Digitali, attenzione all'infatuazione

BusinessCommunity.it
Settimanale economico finanziario

Direttore Responsabile:
Gigi Beltrame

Direttore Editoriale:
Claudio C. Gandolfo

Per informazioni clicca qui.