Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 30/09/2015
Fare Business

Confermato il ROI degli investimenti in big data analytics
Twogood (Teradata): è interessante constatare che le aziende che impiegano queste tecnologie stiano monetizzando l'effetto promesso da tempo. Gli IT top decision-makers nel sondaggio Teradata-Forbes rivelano in quali aree aziendali apportano vantaggi e risolvono problemi

Teradata ha rilasciato un report globale sulle modalità di utilizzo dei big data in sei diversi settori di mercato. Il report, originato da un questionario stilato da Forbes Insights e sponsorizzato da Teradata in partnership con McKinsey, riporta i dati raccolti da un sondaggio effettuato su 316 senior data e IT decision-makers di aziende leader di mercato. Il report mostra l'impatto delle iniziative big data sulla cultura e sulle procedure organizzative raccontando le sfide vinte e confermando il valore di business negli investimenti in big data.
In particolare, la maggior parte degli intervistati riferisce non solo di avere effettuato importanti investimenti in big data analytics, ma di avere riscontrato un significativo ritorno sull'investimento. In tutte le categorie analizzate circa il 90 per cento delle organizzazioni rivela livelli di investimento medio-alti, e circa un terzo definisce i propri investimenti "molto significativi". Inoltre, circa i due terzi degli intervistati riporta che le iniziative di big data e analytics hanno avuto un impatto significativo e misurabile sui ricavi.
"É interessante constatare che le aziende che impiegano le tecnologie big data stiano monetizzando l'effetto promesso da tempo", ha detto Chris Twogood, Vice President of Product and Services Marketing di Teradata. "Le aziende non solo investono in big data analytics, ma ne stanno sperimentando gli effetti positivi dal momento che la maggior parte delle imprese vede un impatto concreto a seguito di tale investimento. Un intervistato su 5 (21 per cento) concorda sul fatto che i big data analytics sono il fattore più importante in assoluto per ottenere un vantaggio competitivo, mentre il 38 per cento li colloca tra i primi cinque fattori di importanza."
Twogood afferma che lo sviluppo di big data analytics attraverso un ecosistema analitico comprensivo di data warehouse - insieme ad una tecnologia open source - fornisce un'integrazione attraverso sistemi eterogenei multipli che migliora ulteriormente il vantaggio competitivo.
Tra i sei settori presi in esame, gli intervistati hanno individuato nei big data valori potenzialmente differenti; gli intervistati del settore retail, ad esempio, indicano che per il loro settore i big data e gli analytics sono la chiave di volta per un vantaggio competitivo.
L'indagine dimostra che i big data stanno modellando il futuro e offrendo opportunità di innovazione in tre aree chiave: la creazione di nuovi modelli di business (54 per cento); la scoperta di offerte di nuovi prodotti (52 per cento); la monetizzazione per la cessione di dati a società esterne (40 per cento).
L'indagine ha anche rivelato che rimangono alcuni ostacoli in tema di cultura, strategia e operatività. Oltre la metà degli intervistati riconosce nell'adozione di una cultura data-driven il più grande ostacolo per via del fatto che l'idea di un approccio data-driven non è ancora condivisa su scala globale. Premiare l'utilizzo dei dati e favorire la sperimentazione e la creatività attraverso l'uso dei dati sono state evidenziate come altre importanti sfide culturali.

Le aziende che stanno traendo maggior beneficio dalle iniziative big data guardano ben oltre i dati transazionali, esplorano molti tipi di dati come dati relativi alla localizzazione (utilizzati per identificare la posizione fisica di un dispositivo elettronico) e dati di testo (non strutturati come i messaggi di posta elettronica, diapositive, documenti Word e messaggi istantanei). Oltre ad esplorare questi nuovi tipi di dati, le aziende leader combinano in maniera selettiva in un ecosistema analitico set di dati strutturati e multi-strutturati, il che consente loro di scoprire informazioni analitiche che sono traino per nuove innovazioni.

 



Fare Business

numero di 30/09/2015
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>