Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 24/06/2015
Fare Business

Positivo il primo trimestre 2015 per il settore fieristico
Secondo l'Osservatorio AEFI, cresce il numero delle manifestazioni ma, soprattutto, quello degli espositori (+38%) e i flussi di visitatori, in aumento per il 62% degli associati

La rilevazione trimestrale sulle tendenze del settore fieristico condotta dall'Osservatorio congiunturale di AEFI per il periodo gennaio-marzo 2015 indica un quadro positivo, in deciso miglioramento rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, confermando la ripresa del comparto grazie alla capacità delle fiere di far fronte alle difficoltà congiunturali
L'indagine, che ha coinvolto i poli fieristici italiani associati AEFI, evidenzia - attraverso i saldi positivi e negativi definiti in base alle risposte degli associati che hanno partecipato all'analisi - un trend positivo per tutti gli indicatori considerati: numero di manifestazioni, espositori complessivi, superficie occupata, visitatori complessivi e fatturato complessivo.
In costante crescita il numero di manifestazioni (il 41,66% ha ospitato più rassegne e il 41,69% ha registrato stazionarietà, indice della tenuta del sistema) con un saldo molto positivo, +25%, rispetto al +8% del I trimestre 2014, anche se in leggero decremento se confrontato con l'ultimo trimestre dello scorso anno, quando si attestava a +35%.
Si conferma l'andamento positivo del numero degli espositori, con un saldo del +38% registrato dalle risposte degli associati, in flessione rispetto al trimestre precedente, ma in deciso incremento, oltre il triplo, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando si attestava a +12%.
Interessante lo spaccato relativo alla provenienza degli espositori da cui emerge una buona performance degli italiani, con un saldo del +33%, e di quelli stranieri extra UE, con un saldo del +13%.
La metà degli intervistati ha inoltre segnalato un aumento della superficie espositiva occupata, con un saldo del +25% che, nonostante sia lievemente inferiore rispetto al trimestre precedente, è in netto miglioramento se confrontato con lo stesso trimestre dello scorso anno, quando il saldo era pari a +4%.
Particolarmente incoraggianti i dati relativi ai flussi di visitatori: in aumento per il 62,49% degli associati coinvolti nell'indagine, invariato per il 29,19% e diminuito per solo l'8,32%. Il saldo del +54% conferma la dinamica positiva del trimestre precedente (+31%). L'analisi dei visitatori indica una crescita degli italiani, con un saldo del +50%, seguiti dagli europei (saldo +37%) e da quelli provenienti dai Paesi extra UE che registrano un saldo positivo del 29%.
Infine, a dimostrazione di un settore dinamico e in ripresa, l'andamento positivo del fatturato che segna nel trimestre in esame un saldo del +21%, in miglioramento rispetto al trimestre precedente (+12%) ma soprattutto molto significativo se confrontato con lo stesso periodo del 2014, quando il saldo era +4%.

"I dati del I trimestre evidenziano la dinamicità del settore e confermano la capacità delle fiere di affrontare con determinazione e ottimismo le sfide congiunturali. Grazie a EXPO 2015, al supporto del Ministero dello Sviluppo Economico con il Piano Straordinario per il Made in Italy, al continuo dialogo con le Istituzioni e a tutte le attività che come AEFI abbiamo messo in campo per supportare gli associati, possiamo guardare con rinnovata fiducia i mesi futuri" - commenta Ettore Riello, Presidente di AEFI.



Fare Business

numero di 24/06/2015
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>