Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 20/05/2015
Fare Business

Enel aderisce a Startup Europe Partnership
In linea con la nuova strategia di supporto alle startup, il Gruppo fa il suo ingresso nella piattaforma europea di open innovation lanciata nel 2014 dalla Commissione Europea, diventando così il settimo active corporate member ad aderire all'iniziativa

Il Gruppo Enel ha annunciato il suo ingresso in Startup Europe Partnership (SEP), la piattaforma paneuropea nata per aiutare le migliori startup europee. L'iniziativa di open innovation SEP, lanciata a Davos nel gennaio 2014 dalla Commissione Europea con l'obiettivo di aiutare le migliori startup europee a scalare e a diventare campioni globali, si arricchisce così di un nuovo, importante corporate member. La collaborazione fra Enel e SEP ha preso ufficialmente avvio nel corso del recente SEP Matching Event a Budapest.
"Abbiamo deciso di collaborare con SEP per aprire le porte della nostra azienda alle startup migliori in Europa in ambito energetico", ha affermato Ernesto Ciorra, Direttore Innovazione e Sostenibilità di Enel. "SEP è utile perché ci consente di incontrarle ogni mese. Ma questo è solo l'inizio del viaggio che con loro vogliamo percorrere. È un viaggio da vivere grazie alle persone che, nelle nostre unità di business e nei mercati in cui operiamo, si occupano di selezionare le startup, di aiutarle a crescere migliorando i loro prodotti e servizi, e ogni giorno le adottano come acceleratori del cambiamento. Enel vuole innovare con le startup, valorizzando la passione ed i sogni degli imprenditori, per creare un futuro migliore per la nostra azienda e per l'umanità. Perché innovare nell'energia vuol dire creare le premesse per un mondo migliore."
Enel è il settimo active corporate member ad aderire al programma guidato da Mind the Bridge Foundation insieme alla britannica Nesta e alla tedesca Factory. Tra gli altri corporate member Microsoft, Orange, Telefonica e Telecom Italia, oltre ai gruppi BBVA (Banco Bilbao Vizcaya Argentaria) e Unipol Group.
"Abbiamo accolto con grande soddisfazione la decisione del Gruppo Enel di aderire a Startup Europe Partnership per sostenere le startup europee a crescere e ad avere successo a livello internazionale", ha commentato Isidro Laso Ballesteros, Head di Startup Europe, Commissione Europea. "Confidiamo che altre realtà si uniscano a questo nucleo di grandi aziende all'avanguardia nel campo dell'open innovation e impegnate attivamente a sostenere lo sviluppo dell'ecosistema europeo delle startup".
"Con l'ingresso del Gruppo Enel - ha commentato Alberto Onetti, Presidente di Mind the Bridge Foundation e responsabile del programma Startup Europe Partnership - la piattaforma innovativa di SEP si apre al campo delle green/clean technology e delle energie rinnovabili. Ciò porta ulteriore massa critica e diversità settoriale alla nostra piattaforma. Il fatto che, dopo Telecom Italia e Unipol Group, un'altra grande azienda italiana decida di sostenere la nostra missione è una conferma che nel nostro paese non manca chi vuole svolgere un ruolo attivo nei processi di innovazione in atto in ambito europeo".

Enel e le startup

Al fine di aumentare l'esposizione verso le startup, Enel ha stretto accordi con player rilevanti quali fondi di venture capital, università, centri di ricerca ed incubatori. Enel si è inoltre strutturata internamente per riuscire ad intercettare il massimo valore possibile dalla relazione con le New Ventures, mettendo a loro disposizione un ecosistema composto da risorse, competenze, facilities e soprattutto una customer base di 61 milioni di clienti. Enel si propone quindi come un partner industriale in grado di supportare le aziende sia nella fase di sviluppo del prodotto che in quella di commercializzazione rappresentando essa stessa un possibile off-taker. Il processo di scouting di nuove startup e progetti è continuamente in corso ed il sito startup.enel.com offre la possibilità alle società di proporre direttamente i propri progetti, che verranno valutati dagli innovation manager del Gruppo e, ai più interessanti, verrà offerta la possibilità di collaborare in progetti di sviluppo tecnologico o commerciale.

Enel sta già investendo nello sviluppo dei prodotti di startup innovative, con le quali sono stati avviati progetti congiunti, finalizzati al miglioramento tecnologico o alla commercializzazione dei prodotti, in ottica di partnership strategica. Il Gruppo coordina inoltre INCENSe, un progetto di finanziamento europeo dedicato alle startup che mette a disposizione 7 milioni di euro a fondo perduto e un programma di accelerazione personalizzato: 14 startup sono già state premiate a febbraio 2015, al termine della prima call, e fino a 28 nuovi progetti verranno selezionati nel corso della seconda call che si aprirà a giugno.

 



Fare Business

numero di 20/05/2015
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>