Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 20/05/2015
Digital Business

Light Notebook: l'applicazione (anche web) che registra la nostra vita e cestina le email
Un'app italiana per gli appunti, che si possono salvare e passare ad amici e parenti, molto più efficiente di tante app blasonate

Di app che memorizzano appunti ce ne sono parecchie, anche alcune molto diffuse. Eppure, la condivisione degli appunti, nonchè la gestione delle conversazioni, è rimasta complicata. Ritrovare le informazioni salienti in discussioni via mail con più protagonisti è un'impresa che fa perdere parecchio tempo. Al tempo stesso, se si crea una nota e la si condivide con un sistema di messaggistica, si perde il controllo della nota stessa, inizia a circolare duplicandosi ogni volta e il creatore non può più rimuoverla.
Per risolvere questo problema è nata Light Notebook, applicazione italiana che sfrutta il cloud per memorizzare i dati ed è gratuita fino a una certa occupazione di spaziodi memoria. "Noi usiamo tanti tipi di applicazioni per lavoro e per organizzare la nostra vita", ha dichiarato a BusinessCommunity.it Paolo Schellino, ideatore e fondatore di Light Notebook. "Usiamo sistemi per comunicare che sono ridondanti e molto vecchi, oppure di messaggistica istantanea stile Whataspp che sono rapidi ma poco pratici perchè non catalogano le informazioni o, per esempio, non danno un nome alle note. La mia idea è quella di prendere il meglio delle mail, quindi il titiolo e la catalogazione, e la messaggistica, ossia condivisione di una nota, senza pero' trasferire i file della nota, ma sono una copia e lasciando al creatore la possibilità di modificarla o cancellarla, quindi fornendo un controllo totale sul ciclo di vita della stessa. Pensiamo a un sistema simile per le aziende, oppure per una scuola e comprendiamo la potenza: condivisione di informazioni e controllo, con tanto di possibilità di interagire con i vari soggetti. Non ultima, la possibilità di poter salvare l'intero notebook di note per trasferirlo a un parente. Mi piace pensare di poter condividere, tra qualche anno, tutti i miei appunti con mia figlia, appunti che magari in parte la riguarderanno, in parte no, ma che vedranno l'ingresso nella mia vita dal giorno in cui è nata e potrà ripercorrere le mie tappe semplicemente leggendo i miei appunti. Una funzione estrema, ovviamente, ma non disponibile in nessun altra piattaforma".
Un'applicazione utilizzabile per iOS e per Android, ma anche via web, che potrebbe avere davvero delle possibilità di crescita perché ha delle intuizioni innovative, che non si ritrovano in prodotti concorrenti. Le applicazioni delle note condivise, poi, è infinito: da un piano marketing da condividere con terze parti che diventa facilmente controllabile nei passaggi, ale informazioni per una forza vendita o di assistenza sempre aggiurnate agli appunti di una classe. Infatti, all?interno di ogni nota, Light Notebook permette di inserire più documenti, anche di diverse tipologie, senza la necessità di doverli importare ogni volta.

Light Notebook, un successo annunciato

Al suo debutto Light Notebook ha già ricevuto un riscontro positivo da parte dell'Istituto di Istruzione Superiore "Vaglio Rubens" di Biella che ha infatti deciso di adottare l'app per permettere ai propri studenti di discutere e commentare le lezioni, creando ogni giorno una nota dedicata. In questo modo, se uno studente vorrà fare una domanda riguardante una specifica lezione, non dovrà far altro che aprire la nota di riferimento e commentarla: il professore, rispondendo con la rapidità della messaggistica istantanea, permetterà a tutta la classe di conoscere la risposta, continuando il processo di apprendimento. L?intera conversazione resterà quindi a disposizione di tutti gli studenti e, grazie all'organizzazione in note, sarà facilmente consultabile anche a distanza di tempo. Il vantaggio rispetto all'email, in termini di velocità e di gestibilità della conversazione, diventa quindi evidente soprattutto considerando il numero di e-mail a cui il professore si troverebbe inevitabilmente a dover rispondere.
 
Polaris Consulting & Services Limited, che ha contribuito alla realizzazione dell'app, commenta: "Siamo molto felici di aver collaborato con Light Notebook allo sviluppo di questa piattaforma di collaborazione mobile, disponibile sia per i dispositivi iOS che Android. La nostra esperienza di progettazione e la capacità di realizzare piattaforme agili e sicure ci hanno aiutato a realizzare un'app intelligente e reattiva, caratterizzata da una ricca esperienza d'uso e in grado di offrire, agli utenti di smartphone a livello globale, la possibilità di registrare, organizzare e condividere le proprie vite, nel rispetto della privacy e anche in mobilità", spiega Raju Bannur, Chief Solutions Officer, Polaris Consulting & Services Limited, illustrando la partnership che ha portato allo sviluppo di Light Notebook.

 
La società punta a raggiungere il target di 500.000 utenti a livello globale entro la metà del 2016, per raggiungere poi i 25 milioni di utenti entro la fine del 2020. Light Notebook sta inoltre ricercando un finanziamento da utilizzare per assumere ulteriore personale, continuare lo sviluppo del software, supportare le attività di marketing e aprirsi a nuovi mercati.

 

 



Digital Business

numero di 20/05/2015
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>