Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 17/12/2014
Marketing

Gli acquirenti online preferiscono comprare nella loro lingua madre
Shoshan (One Hour Translation): Il 75% dei consumatori dei Paesi di lingua non inglese preferiscono acquistare i prodotti nel loro idioma

Un nuovo sondaggio condotto da One Hour Translation, tra le più grandi agenzia di traduzione online del mondo, rivela che una grande maggioranza di consumatori preferisce comprare merci e servizi online nella propria lingua madre. La ricerca, che è stata condotta verso l'inizio della stagione dello shopping natalizio, il venerdì nero (Black Friday, 28 Novembre 2014) e il giorno dello shopping online del lunedì cibernetico (il Cyber Monday, 1 dicembre 2014), che ha coinvolto 2,000 intervistati nel mondo, provenienti da Germania, Italia, Olanda, Canada di lingua francese e Giappone.
Secondo lo studio, l'83% degli intervistati italiani preferiscono fare compere online nella loro lingua madre, insieme all'80% dei tedeschi, al 65% degli olandesi, al 74% dei canadesi di lingua francese e a non meno del 90% dei giapponesi.
Lo studio di One Hour Translation rafforza la conclusione di uno studio che è stato pubblicato nell'aprile 2014 dall'azienda di consulenza Common Sense Advisory. Secondo questo studio comportamentale su vasta scala il 75% dei consumatori dei Paesi di lingua non inglese preferiscono comprare i prodotti nella loro lingua madre. Inoltre, più del 50% degli intervistati ha detto che acquistano online solo da siti web le cui informazioni sono presentate nella loro lingua madre.
Il sondaggio ha coinvolto intervistati di 10 Paesi - Germania, Francia, Spagna, Russia, Turchia, Egitto, Cina, Giappone, Indonesia e Brasile.
Secondo l'AD di One Hour Translation, Ofer Shoshan, "La conclusione del nostro sondaggio è evidente: comunica i tuoi messaggi di vendita online con efficacia e in maniera accattivante ai consumatori di tutto il mondo usando la loro lingua madre. Tale mossa è una maniera garantita di aumentare le entrate durante le vacanze e per tutto l'anno. Purtroppo la maggior parte dei siti di eCommerce continuano a disattendere il miglior modo di dare un'impennata alle proprie vendite – tradurre". Shoshan ha concluso: "Lavoriamo con un gran numero di aziende di eCommerce e abbiamo visto un'estesa attività negli ultimi mesi. Molte aziende di eCommerce hanno localizzato i loro siti web e li hanno tradotti in lingue europee, per raggiungere un pubblico più ampio verso la stagione dello shopping natalizio".

 



Marketing

numero di 17/12/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>