Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 03/12/2014
Marketing

Engagement e Conversione sono le priorita' dei professionisti del mondo B2B
Nuova ricerca promossa da Brightcove sul Content Marketing: i marketer B2B stanno creando più contenuti e utilizzando tattiche multiple per promuovere e distribuire contenuti ai propri pubblici

I professionisti del marketing del mondo Business-to-Business vogliono che i contenuti su cui lavorano portino risultati più soddisfacenti con particolare attenzione ai livelli di engagement e conversione. Il 69% di loro ritiene che la priorità sia creare contenuti più coinvolgenti e di qualità più elevata e il 63% che lo sia la migliore conversione dal sito web. Realizzare contenuti coinvolgenti è stata la sfida principale anno su anno.
É quanto emerge dalla ricerca condotta da Content Marketing Institute e MarketingProfs e promossa da Brightcove.
"Mentre il content marketing si evolve, i professionisti stanno imparando che non si tratta solo di produrre qualsiasi tipo di contenuto; occorre una valutazione più approfondita perché esso sia efficace", ha dichiarato Joe Pulizzi, fondatore del Content Marketing Institute e autore di Epic Content Marketing. "Senza una strategia, è difficile determinare quale sia la migliore direzione da prendere; la nostra ricerca dimostra che i professionisti del marketing del mondo Business-to-Business stanno perfezionando le proprie analisi sul content marketing e che ciò sarà ripagato da una maggiore efficacia".
"É un momento interessante nel marketing poiché si assiste a un passaggio netto nel modo di pensare dalla domanda se il content marketing debba essere implementato a come possiamo farlo meglio", ha affermato Tracy Hutchinson, Senior Sales Director Digital Marketing EMEA and LATAM Brightcove. "Con engagement e conversione come priorità e con il successo immenso del video nel guidare questi due fattori, Brightcove rappresenta il partner fondamentale per le aziende che vogliono avere successo in questa nuova fase del content marketing".

Come agiscono i marketer

Secondo lo studio, l'86% dei "marketer" del settore B2B usa il content marketing ma solo il 38% afferma di essere efficace in questa disciplina. Alte percentuali di loro citano i seguenti obiettivi per il content marketing: brand awareness (84%), lead generation (83%), engagement (81%), vendite (75%). In modo costante con l'anno scorso, i professionisti del marketing B2B utilizzano una media di 13 tattiche di content marketing, con i social media - diversi da blog (92%) che rimangono la tattica principale e con professionisti che utilizzano una media di 6 piattaforme. Altre scelte riguardano eNewsletter (83%), articoli sul sito aziendale (81%), blog (80%), eventi pubblici (77%), case-study (77%) e video (76%).
I professionisti utilizzano in media anche tre metodi di pubblicità a pagamento per la distribuzione e la promozione dei contenuti, con l'80% che ne utilizza almeno uno. Fra i metodi utilizzati, i marketer B2B hanno più fiducia nel search engine marketing (SEM - 52%). Seguono in termini di efficacia il "promoted post" (per esempio, Tweet promossi - 41%), i social ads (come i LinkedIn ads - 38%), e le piattaforme di rilevazione del contenuto (come Outbrain, Taboola, nRelate - 36%). E mentre il 49% dei marketer usa banner pubblicitari online tradizionali, solo il 26% li trova efficace.

Fra i dati emersi dal report:

- il 70% dei marketer oggi crea più contenuto di quello che faceva un anno fa;
- Anche se la maggior parte (83%) dice di avere una strategia, solo il 35% lo ha documentato. Il 35% di coloro che hanno documentato la propria strategia è più efficace in tutti gli aspetti del content marketing rispetto a coloro che non lo hanno fatto;

- L'infografica continua a crescere nell'utilizzo saltando al 62% quest'anno dal 51% dell'anno scorso;
- Il traffico del sito web è stato citato come il parametro più analizzato nelle metriche del content marketing per cinque anni consecutivi;
- Il 55% dei professionisti pianifica di incrementare il budget di content marketing nei prossimi 12 mesi;
- Google+ è stato la piattaforma social media con la maggiore crescita, salendo di 9 punti al 64%;
- Il 42% dei professionisti pubblica nuovi contenuti più volte a settimana o tutti i giorni.

Il rapporto è disponibile per il download.

 



Marketing

numero di 03/12/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>