Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 24/09/2014
Idee e opinioni

Internet delle cose: un'ondata di opportunita'
Jankowski (Goldman Sachs): le connessioni sul web decuplicheranno

Nel Global Investment Research di Goldman Sachs si affronta uno dei temi interessanti su cui abbiamo passato un sacco di tempo negli ultimi mesi: l'Internet of Things, o l'Internet delle cose. Questa è davvero, a nostro avviso, la terza grande ondata di Internet. Come analisti di tecnologia, pensiamo che questo fattore stia per avere implicazioni molto significative di tutto il settore tech. Ma, lavorando con i colleghi di tutto il reparto di ricerca, in realtà abbiamo scoperto che questo avrebbe implicazioni profonde in una vasta gamma di settori, anche al di fuori della tecnologia.
Per mettere questo in prospettiva, negli anni 90 Internet da postazione fissa ha collegato circa un miliardo di utenti, principalmente attraverso i loro desktop. Negli anni 2000, abbiamo avuto la seconda ondata, che collegava circa due miliardi di persone a Internet tramite i loro dispositivi mobili. Quello di sui stiamo parlando ora con l'Internet delle cose, connetterà circa 20 miliardi o più di oggetti a Internet nel corso del prossimo decennio. E se si pensa a quali tipi di "cose" realmente dovrebbero essere collegate, o perché li connetteremo, troviamo che possono esssere qualsiasi cosa: da oggetti in casa, come il rilevatore di fumo o il termostato oppure le telecamere di sicurezza. Per le "cose" sul piano produttivo, pensiamo a apparecchiature industriali pesanti, alle auto e treni, e dispositivi indossabili.
L'Internet delle cose è davvero in corso di adozione per motivi economici, ma anche per alcuni motivi sociali. Dal punto di vista economico, le aziende stanno cercando di generare sia nuove opportunità di guadagno, ma anche risparmiare sui costi. Quindi, solo per fare alcuni esempi, ora è possibile avere la compagnia telefonica che vi offra un nuovo servizio per collegare la vostra auto a Internet. Ovviamente questo avrà un vantaggio significativo, positivo per la sicurezza e la manutenzione del veicolo, che può essere monitorato in remoto e, in molti casi, aggiornato sempre in remoto, risparmiando un viaggio alla concessionaria. Ma c'è anche valore di intrattenimento per i passeggeri sul sedile posteriore, per esempio, oppure fornendo funzioni come la navigazione telematica, ecc. E ci sono anche esempi per puntare a una prospettiva di risparmio di costi.

É già possibile vedere aziende che eseguono significative operazioni di produzione utilizzando sensori di temperatura in tutto il luogo di produzione, per ridurre e gestire il consumo di energia in modo efficace. Oppure utilizzare alcuni di questi dispositivi collegati tra loro per automatizzare un sacco di processi che sono ancora fatti manualmente.
Mentre tutte queste possibilità sono molto eccitanti, non possiamo certo perdere il percorso delle sfide. E in cima a quella lista, vorrei mettere fattori come la sicurezza e la privacy. Queste ovviamente sono state sfide significative in Internet come la conosciamo. Ma qui la posta in gioco è davvero molto più alta. Non siamo tanto preoccupati per qualcuno che fa l'hacking nella e-mail, ma ci sarebbe ovviamente molto da preoccuparsi se qualcuno compromettesse qualcosa come le smart grid.

Anche con queste sfide, pensiamo che l'Internet delle cose sarà un trend di trasformazione nel corso dei prossimi cinque-dieci anni. E pensiamo che la capacità delle imprese di adattarsi e prosperare in questa nuova era di Internet sia molto importante per determinare la prossima serie di vincitori e ritardatari in questa nuova era. Ma se facciamo un passo indietro, e guardiamo a questo dalla prospettiva globale della nostra società nel suo complesso, pensiamo anche che ci saranno benefici significativi per la sicurezza, la salute e per l'ambiente.

Simona Jankowski, Senior Equity Research Analyst, Global Investment Research, Goldman Sachs

http://www.goldmansachs.com/our-thinking/outlook/iot-video.html  

 

 



Idee e opinioni

numero di 24/09/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>