Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 23/07/2014
Fare Business

Leaseplan: un modo diverso di gestire le flotte aziendali
Martinez: Siamo una società multimarca, la specializzazione è un fattore concorrenziale che ci ha resi i primi al mondo in questo settore. E le Pmi ci indicano le tendenze di mercato

"Il mercato automotive in Italia conta 38 milioni di auto, di cui 5.5 aziendali" - esordisce cosi' Alfonso Martinez di Leaseplan, . "Il 75% di queste auto aziendali appartiene alle PMI, quindi è primario strumento di lavoro. Nel nostro Paese il noleggio a lungo termine ha una penetrazione inferiore rispetto alle altre nazioni proprio perché le PMI sono attente ai costi e non hanno ancora compreso il valore dell'offerta. Non si parla di finanziamento, ma di un qualcosa in più, di una garanzia di servizio, anzi, di tanti servizi. Il noleggio si è sviluppato con la promessa di fare risparmiare le aziende e gli imprenditori, ma se si possiede una flotta di veicoli, non basta il risparmio dei costi, serve una garanzia di continuità di servizi, sostituzioni e quindi risolvere i problemi di tutti i giorni".
Il veicolo, quindi, come strumento che deve essere funzionale 24/7.
"Non è più solo una questione di prezzo e di risparmio", ha proseguito Martinez. "Per capirci, in questo momento di crisi abbiamo esteso il noleggio oltre i tre anni canonici, questo consente di avere prezzi interessanti, e anche offerte valide. Ovviamente questo è possibile anche grazie al fatto che le auto moderne necessitano di minore manutenzione. Questa decisione, pero', l'abbiamo presa perché i nostri clienti ce la suggerivano. Noi ascoltiamo i clienti quotidianamente e la PMI italiana rappresenta per noi una palestra importante per capire le tendenze del mercato. Le piccole aziende, infatti, reagiscono ai cambiamenti molto più rapidamente delle grandi aziende, non ci sono processi interni da cambiare. Per esempio, le PMI sono abituate a interagire attraverso le App e il web, cercano quotazioni online 24/7, raccolgono le foto di un incidente dal cellulare e le inviani istantaneamente, scrivono un report via mail. Attraverso il nostro Customer Advisory Board ascoltiamo i clienti, in questo caso le grandi aziende, e capiamo i bisogni. Per esempio abbiamo capito che il driver è una figura centrale e tutto deve ruotare intorno al suo ruolo e a cosa serve il veicolo che guida. Per le PMI il driver è spesso l'imprenditore, piuttosto che una figura fondamentale per l'esistenza in vita dell'azienda".
Noleggio a lungo termine significa anche consulenza, conoscenza e predisposizione a modificare i contratti.
"Il TCO è l'aspetto sempre fondamentale da tenere presente, ma dipende da mezzo a mezzo. I nostri specialisti sono capaci di valutare tutti gli aspetti, il cambio degli pneumatici, il modello di auto, il costo di matenzione ordinaria, i tagliandi, i consumi. Siamo una società multimarca, la specializzazione è un fattore concorrenziale che ci ha resi i primi al mondo in questo settore".
Specializzazione, ma anche molta tecnologia.
"La tecnologia è determinante", ha concluso Martinez. Noi siamo leader perché abbiamo sviluppato una competenza per la sicurezza del driver che va oltre la semplice sicurezza. Capiamo il modo in cui guida, ma offriamo anche un aiuto concreto in caso di bisogno. Per esempio, la nostra tecnologia permette di sapere se c'è stato un incidente e il sistema effettua una chiamata immediatamente per sapere le sue condizione, se ha bisogno di aiuto o di un'auto sostitutiva. Non ci interessa controllare l'autista, quello non è nei nostri interessi, per noi conta risolvere i suoi problemi e rispondere ai suoi bisogni. Valutare questo vantaggio tecnologico è difficile, ma i nostri clienti ci premiamo proprio per questo, per la capacità di andare oltre al prezzo e al veicolo, ma fornire supporto concreto".

 



Fare Business

numero di 23/07/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->