Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 07/05/2014
Fare Business

Thales Alenia Space e’ l'azienda italiana piu' attrattiva come datore di lavoro
Ceresa (Randstad): Ferrero al 2° posto del Randstad Award 2014, al 3° Librerie Feltrinelli. Premiati anche Deutsche Bank, Coca-Cola HBC Italia e Tetra Pak. I settori più attrattivi nella più grande indagine di employer branding al mondo

Thales Alenia Space, tra i principali fornitori europei di soluzioni per satelliti e infrastrutture orbitali, è l'azienda italiana più attrattiva come potenziale datore di lavoro, seguita da Ferrero, la multinazionale italiana famosa nel mondo per Nutella e tanti altri prodotti dolciari di successo, e da Librerie Feltrinelli, la principale catena di librerie italiana. È questo il podio del Randstad Award 2014, il riconoscimento con cui Randstad - secondo player al mondo nel mercato di servizi per le risorse umane – premia le aziende italiane sulla base dei risultati della più grande indagine globale sull'employer branding. Una ricerca da cui emerge come siano la sicurezza del posto e lo stipendio i due fattori più ricercati nella scelta del datore di lavoro, seguiti da un'atmosfera di lavoro piacevole, dal work-life balance, dalla solidità finanziaria e dal contenuto di lavoro interessante.
Giunto alla quarta edizione, il Randstad Award 2014 è stato assegnato sulla base dell'indagine commissionata da Randstad Holding all'Istituto belga ICMA. Lo studio, condotto in 23 Paesi, ha misurato il livello di attrattività percepita delle aziende da parte dei potenziali dipendenti, ovvero quanto e per quali fattori le aziende sono capaci di attrarre chi cerca lavoro o vuole cambiarlo. In Italia tra ottobre e novembre 2013 sono stati intervistati 8000 potenziali futuri dipendenti tra studenti, lavoratori occupati e disoccupati di età compresa tra 18 e 65 anni, suddivisi per regione, età, sesso e scolarità. A questi è stata chiesta l'attrattività come datore di lavoro di 150 tra le aziende con oltre 1000 dipendenti attive in 14 settori diversi.
Dai risultati dell'indagine, Thales Alenia Space risulta l'azienda più attrattiva da parte dei potenziali dipendenti, con il 72% delle preferenze degli intervistati (tra tutti i potenziali dipendenti che conoscono il brand). A sognare un posto nell'azienda spaziale sono principalmente uomini, ma di diversi target di età e livello di istruzione: il brand si posiziona tra i più attrattivi per potenziali dipendenti nelle fasce di età 25-34 e 45-54 anni, in possesso di laurea.
A poca distanza si colloca Ferrero, che ottiene il 71% delle preferenze: è il marchio preferito dalle donne e dai potenziali dipendenti con in tasca un diploma, con percentuali di attrattività molto altenella fascia di età 35-44.
Chiude il podio Librerie Feltrinelli, l'azienda più attrattiva per il 66% dei potenziali dipendenti italiani, apprezzata in particolare dai giovanissimi (18-24 anni) e dalle donne con laurea e master.
“E' provato che le aziende in grado di attrarre i migliori talenti ottengono le migliori prestazioni. Per questo motivo, posizionare il proprio brand come datore di lavoro è importante per attrarre e trattenere le persone migliori all'interno della propria impresa", afferma Marco Ceresa, Amministratore Delegato di Randstad Italia. "La ricerca del Randstad Award offre informazioni fondamentali per costruire una solida Employee Value Proposition, analizzando i fattori determinanti nella scelta di un'azienda come datore di lavoro da parte delle persone. In un periodo di perdurante incertezza economica, ancora una volta sono gli elementi più materiali come la sicurezza del posto di lavoro e lo stipendio a prevalere nelle priorità dei potenziali dipendenti. Ma le aziende non devono sottovalutare anche l'importanza di fattori soft come l'ambiente di lavoro piacevole e porre attenzione alla conciliazione tra lavoro e vita privata”.
“Un riconoscimento davvero prestigioso questo che ci troviamo a ricevere oggi - commenta Elisio Prette, Presidente e Amministratore Delegato di Thales Alenia Space Italia -, soprattutto perché premia la costanza e l’attenzione che come azienda vogliamo dare al nostro più importante patrimonio, ossia le competenze, gli skills e il know-how delle nostre risorse, che costituiscono il centro nevralgico dell’intero sistema aziendale. Quale grande impresa nazionale e soprattutto in quanto player del settore della ricerca spaziale a livello mondiale, Thales Alenia Space Italia è consapevole che il punto di forza risiede nel valorizzare i propri talenti e nell’investire in innovazione, avendo come leit motiv la qualità e il contenuto del lavoro, la formazione e la fidelizzazione stessa del personale. La crescita di un’impresa oggi non può passare se non dalla soddisfazione e dal benessere dell’intera popolazione aziendale, e la nostra società, che riceve orgogliosamente il premio Randstad per la seconda volta, ne è ben consapevole, certa anche al contempo di dover sempre guardare alle sfide del futuro, a quelle tecnologiche e affascianti dello Spazio e a quelle poste dalle aspettative e dalle attese dei giovani che si affacciano ora nel mondo del lavoro”.
“Negli oltre cento paesi in cui ci affermiamo come multinazionale italiana, la nostra lingua è unica: quella dei valori e delle persone Ferrero. Questo ci ha portato a diventare una delle più importanti industrie dolciarie al mondo", dicono da Ferrero. "Prodotti unici, stabilità finanziaria, responsabilità sociale, ambiente di lavoro stimolante sono i fattori di eccellenza di Ferrero. E così, dopo quasi 70 anni di costante sviluppo, siamo orgogliosi di essere oggi una delle aziende più ambite in cui lavorare. Malgrado tutto, restiamo fedeli al nostro credo di serietà e sobrietà nel lavoro, perciò la soddisfazione per i risultati è uno stimolo a guardare avanti con fiducia, per raggiungere sempre nuovi traguardi in Italia e nel mondo”.
“Salire sul podio del Premio Randstad per il secondo anno di fila ci riempie di orgoglio", commenta Roberto Rivellino, Direttore Generale Corporate Gruppo Feltrinelli. "Significa che anche in tempi difficili come questi rimane fortissimo il richiamo di un mondo legato alla cultura, al libro, all’intrattenimento, alle storie e ai diversi modi di raccontarle, come facciamo quotidianamente noi di Feltrinelli. Oggi più che mai il mondo Feltrinelli tiene unita l’editoria cartacea e quella digitale, le librerie tradizionali con i modelli integrati che uniscono libri musica serie tv cinema e cibo di qualità, che noi chiamiamo RED (Read Eat Dream), e da quest’anno anche la televisione, il canale 50 del digitale terrestre con LaEffe, la prima offerta editoriale televisiva dall’anima feltrinelliana. Lavorare in Feltrinelli vuol dire unire tutto questo, giorno dopo giorno: cultura e valori, storie e idee. E questo, lo dimostra proprio il Premio Randstad, è una bellissima avventura.”

I Randstad Globe

In occasione della cerimonia di premiazione del Randstad Award sono stati assegnati anche i Randstad Globe, i riconoscimenti speciali alle aziende che nel 2014 si sono distinte per attrattività nei singoli fattori indagati nella ricerca. Deutsche Bank ha ricevuto due Randstad Globe come azienda più attrattiva per “stipendio & benefit competitivi” e per “opportunità di carriera”. Ferrero ha ottenuto 4 premi, posizionandosi al primo posto per “atmosfera di lavoro piacevole”, “sicurezza del posto di lavoro”, “work-life balance” e “forte gruppo manageriale”.
Thales Alenia Space ha vinto sia nella categoria “contenuto di lavoro interessante” e in quella “livello formativo di qualità”. Coca-Cola HBC Italia ha ritirato il riconoscimento per “solidità finanziaria” e Tetra Pak per “corporate social responsibility”.

I settori più attrattivi

Se, al posto di un'azienda, gli italiani dovessero indicare un settore di particolare interesse in cui andare a lavorare, opterebbero per la moda e il lusso. Il fashion & luxury è il settore più attrattivo per i potenziali dipendenti, con il 60% delle preferenze, con un'assoluta prevalenza nelle donne, di tutte le età e di diverso livello di istruzione (dal diploma, alla laurea, al master universitario). Al lavoro nel settore della moda e del lusso vengono associati in particolare un'atmosfera di lavoro piacevole, una buona condizione economica e un forte gruppo manageriale e buon equilibrio vita lavorativa/privata.
Al secondo posto si posiziona il settore dei media, il più attrattivo per il 56% dei potenziali dipendenti in particolare per il contenuto di lavoro interessante. Al terzo posto l'elettronica (55%), che interessa in particolare gli uomini con licenza media o laurea di primo livello.

I 5 elementi più importanti nella scelta del datore di lavoro

Secondo i risultati della ricerca del Randstad Award, come già nel 2013, la sicurezza del posto di lavoro si conferma l’aspetto prioritario nella scelta dell'azienda in cui lavorare. Ma lo stipendio, al secondo posto nelle preferenze degli italiani, acquisisce sempre più importanza. Seguono, tra i 5 fattori determinanti, un'atmosfera di lavoro piacevole, il work-life balance, la solidità finanziaria a pari merito con un contenuto di lavoro interessante. L'analisi nelle diverse categorie rivela però alcune differenze per genere, età e livello di istruzione. Le donne sono maggiormente attratte dall’atmosfera piacevole e dal buon equilibrio tra vita e lavoro, mentre gli uomini più dalla solidità finanziaria e dalla prospettiva di carriera. La sicurezza del posto di lavoro e la solidità finanziaria acquisiscono importanza crescente con l'avanzare dell’età, mentre le persone sotto i 35 anni ricercano maggiormente opportunità di carriera e atmosfera di lavoro piacevole. Inoltre, chi ha un livello di istruzione superiore, con laurea o master, è più attratto dai contenuti di lavoro e dalla carriera, mentre chi ha un'istruzione inferiore risultamaggiormente attratto dalla sicurezza del posto di lavoro e dalla solidità finanziaria.

Onestà e affidabilità i fattori “soft” più ricercati

L’edizione 2014 della ricerca del Randstad Award ha misurato anche alcuni fattori “soft” determinanti per strutturare al meglio le politiche di employer branding. In particolare, emerge come onestà e affidabilità siano i tratti principali di “personalità” ricercati dai potenziali dipendenti in un datore di lavoro, seguiti da intelligenza, solidità e sicurezza. Le donne ricercano maggiormente datori di lavoro onesti e affidabili, mentre gli uomini li preferiscono “di alto livello”.
L'affidabilità, la stabilità e l'ottima reputazione sono i tratti chiave per chi ha oltre i 35 anni d’età, mentre la capacità di emozionare/stimolare e la sincerità sono maggiormente ricercati dai giovani con meno di 35 anni. Chi ha un'istruzione inferiore (fino al diploma) ricerca onestà, affidabilità e sicurezza; chi ha un'istruzione superiore ricerca maggiormente intelligenza, capacità di emozionare/stimolare e l'essere di alto livello.

Un ambiente di lavoro non favorevole è il fattore principale che minaccia l'equilibrio vita-lavoro in Italia, messo a rischio anche da una collaborazione carente da parte dei colleghi, dalla presenza di preoccupazioni di lavoro al termine della giornata lavorativa, dal lavoro alla sera o nei week-end (cioè dall'assenza di una chiara distinzione tra lavoro-vita privata) e dalla presenza di scadenze troppo ravvicinate, che provocano eccessiva pressione sul dipendente. Uomini e donne percepiscono allo stesso modo un ambiente di lavoro non favorevole come minaccia. Ma chi ha un livello di istruzione inferiore considera più frequentemente anche la pressione mentale esercitata dal proprio datore di lavoro.
Secondo gli italiani il tempo massimo accettabile del viaggio da casa al luogo di lavoro è di 41 minuti, mentre la durata media attuale di questo percorso è di 25 minuti. Sono in particolare gli uomini, i manager e coloro che hanno un livello di istruzione superiore le categorie che non considerano un problema un viaggio verso il luogo di lavoro più lungo di quello attuale.
Generalmente gli italiani pensano di dover lavorare fino a 67 anni di età, molti di più di quelli che vorrebbero: mediamente l'età della pensione dovrebbe essere fissata a 59 anni. Gli uomini sono disponibili a lavorare più a lungo delle donne e coloro che hanno un'alta istruzione sono disposti ad un'età della pensione più avanzata.
Ma ci sono motivazioni che incoraggerebbero le persone a lavorare più a lungo, soprattutto una maggiore flessibilità (per il 48% dei potenziali dipendenti) e un orario di lavoro ridotto (44%), oltre che un programma di lavoro più rilassato (35%). Un orario ridotto e più flessibile è la motivazione che spingerebbe a lavorare più a lungo in particolare le donne, decisamente più interessate degli uomini da questo elemento. Le motivazioni appaiono diverse tra gli impiegati, incoraggiati in particolare da un orario di lavoro ridotto, e gli operai, spinti soprattutto da un'occupazione fisicamente meno impegnativa.
Qual è la formula del successo lavorativo?
Per la maggior parte degli intervistati, ben il 69%, è rappresentata dalla pratica piacevole di un lavoro affine alle proprie attitudini. Solo una minoranza(20%) dichiara invece che sia esercitare una professione molto remunerativa o con un alto riconoscimento sociale (11%).



Fare Business

numero di 07/05/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>