Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 05/03/2014
Fare Business

Triboo Media e' l'IPO più importante dell'AIM Italia
La quotazione prevede circa il 40% del collocamento

Il Managmenet di Triboo Media ha iniziato il proprio roadshow per raccontare al mercato finanziario il collocamento della propria società.
L'azienda è specializzata nella pubblicità online e dovrebbe approdare sull'Aim di Borsa Italiana il prossimo 7 marzo. Il flottante dovrebbe aggirarsi intorno al 40% a seguito di un'offerta per il 90% in aumento di capitale che le dovrebbe permettere di raccogliere una ventina di milioni da utilizzare soprattutto per crescere per linee esterne, come per altro è avvenuto in questi anni.
In passato l'azienda aveva tentato delle acquisizioni importanti nel mercato tedesco, ma mancando la liquidità l'operazione non è andata in porto. Forti di questa esperienza, Triboo Media ha deciso di ricorrere all'AIM di Borsa Italiana e ha già individuato possibili obiettivi nelle tre aree: editori, concessionarie e in aziende di sviluppo informatico.
L'azienda, guidata da Giulio Corno, Chairman e Alberto Zilli, fondatore e CEO, punta a raccogliere 20 milioni di euro dall'IPO.
"Nel caso di operazioni all'estero ci potrebbero essere anche degli scambi carta contro carta", ha raccontato il presidente Corno, sottolineando che si guarda soprattutto ai mercati europei tradizionali, non agli Stati Uniti, un mercato giudicato troppo maturo e troppo lontano per l'azienda.

In qualsiasi caso, il collocamento di Triboo Media rappresenta la maggiore operazione sull'AIM effettuata finora e giustifica l'interesse degli interlocutori. Infatti, sono Banca Imi e Intermonte come joint bookrunners e joint global coordinator, mentre Banca Imi agisce anche come nomad e specialist.



Fare Business

numero di 05/03/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>