Questo magazine utilizza i cookie. Accedendo ne accetti l'utilizzo. Privacy Policy


Commercio al dettaglio: a gennaio -0,5% su mese e -0,8% su anno




Un dato che riflette lo stato dell’economia reale di un Paese è sicuramente quello del commercio. La spesa dei consumatori è un indicatore di quale sia lo stato di salute delle finanze delle famiglie e non c’è dubbio che quello nel nostro Paese non tenda affatto al positivo. Poi che nessuno si lamenti che in carenza di consumi anche l’inflazione cali di conseguenza. L’Istat ha infatti comunicato che a gennaio 2018 le vendite al dettaglio registrano una diminuzione, rispetto al mese precedente, dello 0,5% in valore e dello 0,7% in volume. E’ il secondo mese consecutivo di calo. In particolare, le vendite di beni alimentari non subiscono variazioni, mentre quelle di beni non alimentari calano dello 0,9% in valore e dell'1,0% in volume. Nel trimestre novembre 2017-gennaio 2018 l'indice complessivo registra un calo dello 0,2% in valore e dello 0,5% in volume. Rispetto a dicembre 2017, le vendite di prodotti alimentari non registrano variazioni; le vendite di beni non alimentari diminuiscono dello 0,9% in valore e dell’1,0% in volume. Rispetto invece a gennaio 2017, sia le vendite di prodotti alimentari sia quelle di prodotti non alimentari registrano variazioni negative; le vendite dei beni alimentari diminuiscono dello 0,5% in valore e dell’1,8% in volume, quelle dei prodotti non alimentari dell’1,0% in valore e dell’1,5% in volume. Su base annuale, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce dell’1,2% sia per la grande distribuzione sia per le imprese operanti su piccole superfici, mentre il commercio elettronico registra un aumento del 2,4%. Nella grande distribuzione le vendite registrano una variazione negativa sia per i prodotti alimentari (-1,0%) sia per quelli non alimentari (-1,8%). Per le imprese operanti su piccole superfici si registra un aumento dello 0,5% per i prodotti alimentari e un calo dell’1,7% per quelli non alimentari. Con riferimento alla tipologia di esercizio della grande distribuzione, a gennaio 2018 il valore delle vendite al dettaglio segna una variazione tendenziale negativa sia per gli esercizi non specializzati sia per quelli specializzati (rispettivamente -1,4% e -1,2%). Tra i primi si registrano variazioni negative per gli esercizi a prevalenza alimentare (-1,2%) e per gli esercizi a prevalenza non alimentare (-3,1%). Tra gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, il valore delle vendite diminuisce per Ipermercati (-3,5%) e Supermercati (-1,1%), mentre i Discount registrano un incremento del 3,6%. Con riferimento alla dimensione delle imprese, nel mese di gennaio 2018 si registrano variazioni tendenziali negative per tutte le classi di addetti.




Clicca per ingrandire l'immagine



Scritto da Claudio C. Gandolfo il 14 Mar 2018 14:31





Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community







Trackback









Le quotazioni di Mercato sono offerte da Investing.com Italia.
Feed RSS


Le migliori offerte dei prodotti d'elettronica




Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.



BusinessCommunity.it - Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.
Inoltre BusinessCommunity.it realizza la miglior rassegna economico finanziaria sul web, aggiornata in tempo reale.


Cercaci:

© 2009-2018 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154