Questo magazine utilizza i cookie. Accedendo ne accetti l'utilizzo. Privacy Policy


Produzione industriale: a novembre indice invariato e +2,2% su anno




La produzione industriale dell’eurozona cresce mediamente dell’1% a novembre, come ha comunicato ieri l’Eurostat. Con Paesi che letteralmente volano come Repubblica Ceca e Germania (entrambi +3,6% su confronto mensile). E l’Italia? L’Istat ha comunicato che a novembre 2017 l’indice destagionalizzato della produzione industriale segna una variazione nulla rispetto ad ottobre. Nella media del trimestre settembre-novembre 2017 la produzione è diminuita dello 0,2% nei confronti dei tre mesi precedenti. Corretto per gli effetti di calendario, a novembre 2017 l’indice è aumentato in termini tendenziali del 2,2% (i giorni lavorativi sono stati 21 come a novembre 2016). Nella media dei primi undici mesi dell’anno la produzione è aumentata del 2,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’UE19 è al 3,2%. Quindi perdiamo terreno nei confronti dell’eurozona. Sarà questa la ripresa di cui parlano tanto i membri del governo in carica? Ma torniamo all’Istat.

Raggruppamenti principali di industrie

A novembre 2017 l’indice destagionalizzato segna aumenti congiunturali positivi nei raggruppamenti dell’energia (+4,0%) e dei beni intermedi (+0,1%); variazioni negative registrano invece i beni di consumo (-0,7%) e i beni strumentali (-0,3%). In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a novembre 2017, aumenti nei raggruppamenti dei beni di consumo (+3,0%), dei beni strumentali (+2,8%) e dei beni intermedi (+2,1%); segna invece una variazione negativa il comparto dell’energia (-0,4%). I maggiori contributi all’aumento tendenziale dell’indice generale (calcolato sui dati grezzi) vengono dalle componenti dei beni strumentali (+0,8 punti percentuali) e dei beni intermedi (+0,7 punti percentuali).

Settori di attività economica

Nel mese di novembre 2017 l’indice corretto per gli effetti di calendario segna, rispetto a novembre 2016, i maggiori incrementi nei settori della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+17,9%), delle altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature (+5,2%) e della fabbricazione di mezzi di trasporto (+5,0%). I settori che registrano i cali maggiori sono quelli della attività estrattiva (-11,2%), della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-6,3%) e delle industrie alimentari, bevande e tabacco (-1,7%).



 




Clicca per ingrandire l'immagine



Scritto da Claudio C. Gandolfo il 12 Jan 2018 10:19





Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community







Trackback






Le quotazioni di Mercato sono offerte da Investing.com Italia.
Feed RSS


Le migliori offerte dei prodotti d'elettronica




Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.



BusinessCommunity.it - Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.
Inoltre BusinessCommunity.it realizza la miglior rassegna economico finanziaria sul web, aggiornata in tempo reale.


Cercaci:

© 2009-2018 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154