Questo magazine utilizza i cookie. Accedendo ne accetti l'utilizzo. Privacy Policy


Produzione industriale: a settembre 2017 -1,3% su mese e +2,4% su anno




Una frenata piuttosto brusca, se si considera i mesi presi in esame ma che non pregiudica ancora la buona crescita tendenziale che contraddistingue la produzione industriale italiana. Speriamo solo che si tratti di un momento di enpasse e che già dalla prossima rilevazione anche il dato congiunturale ritorni positivo. Secondo quanto comunicato dall’ISTAT, a settembre 2017, dopo quattro mesi di continua crescita, l'indice destagionalizzato della produzione industriale registra una diminuzione dell'1,3% rispetto ad agosto. A settembre 2017 l’indice destagionalizzato segna un solo aumento congiunturale positivo nel raggruppamento dei beni di consumo (+0,4%); diminuiscono invece i comparti dell’energia (-6,3%), dei beni intermedi (-3,0%) e dei beni strumentali (-2,0%). In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a settembre 2017, aumenti nei raggruppamenti dei beni strumentali (+4,6%), dei beni di consumo (+3,7%) e dei beni intermedi (+1,8); segna invece una variazione negativa il comparto dell’energia (-4,4%). I maggiori contributi alla diminuzione tendenziale dell’indice generale (calcolato sui dati grezzi) vengono dalle componenti dei beni intermedi e dell’energia (entrambi -0,6 punti percentuali). (-2,0%). I livelli di attività rimangono comunque elevati ed allineati con quelli di luglio 2017 per tutti i principali raggruppamenti, ad eccezione dell'energia. Nel terzo trimestre la produzione è aumentata in media dell'1,5% nei confronti dei tre mesi precedenti, in accelerazione rispetto alla crescita congiunturale registrata per il trimestre precedente (+1,2%). Corretto per gli effetti di calendario, a settembre 2017 l'indice è aumentato in termini tendenziali del 2,4% (i giorni lavorativi sono stati 21 contro i 22 di settembre 2016). La crescita tendenziale prosegue da febbraio 2017 e nella media dei primi nove mesi dell'anno la produzione è aumentata del 2,9%. In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano a settembre 2017 aumenti per i beni strumentali (+4,6%) e i beni di consumo (+3,7%); più limitato è l'aumento dei beni intermedi (+1,8%) mentre una variazione negativa segna il comparto dell'energia (-4,4%).

Settori di attività economica

Nel mese di settembre 2017 l’indice corretto per gli effetti di calendario segna, rispetto a settembre 2016, i maggiori incrementi nei settori delle altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature (+11,1%), della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+7,9%) e della fabbricazione di mezzi di trasporto (+5,9%). I settori che registrano i cali maggiori sono quelli della fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-4,6%), della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica ed ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-3,7%) e della fabbricazione di prodotti chimici (-2,1%).



 




Clicca per ingrandire l'immagine



Scritto da Claudio C. Gandolfo il 10 Nov 2017 10:19





Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community







Trackback



Le quotazioni di Mercato sono offerte da Investing.com Italia.
Feed RSS












Le migliori offerte dei prodotti d'elettronica




Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.



BusinessCommunity.it - Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.
Inoltre BusinessCommunity.it realizza la miglior rassegna economico finanziaria sul web, aggiornata in tempo reale.


Cercaci:

© 2009-2017 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154