Questo magazine utilizza i cookie. Accedendo ne accetti l'utilizzo. Privacy Policy


Istat Produzione industriale: a giugno +1,1% su maggio e +5,3% su anno




E' un ottimo dato quello che l'Istat comunica: cresce in Italia per il quinto mese consecutivo la produzione industriale, e il trend è rimasto positivo da agosto 2016, con la sola esclusione del mese di gennaio. L'istituto di statistica rileva infatti che a giugno l’indice destagionalizzato della produzione industriale registra un incremento dell’1,1% rispetto a maggio. Nella media del trimestre aprile-giugno 2017 la produzione è aumentata dell’1,1% nei confronti dei tre mesi precedenti. Corretto per gli effetti di calendario, a giugno 2017 l’indice è aumentato in termini tendenziali del 5,3% (i giorni lavorativi sono stati 21 come a giugno 2016). Nella media dei primi sei mesi dell’anno la produzione è aumentata del 2,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A giugno l’indice destagionalizzato segna aumenti congiunturali positivi nei comparti dell’energia (+5,7%), dei beni intermedi e dei beni di consumo (entrambi +1,3%); diminuiscono invece i beni strumentali (-0,3%). In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a giugno 2017, un aumento significativo nel comparto dell’energia (+9,8%); in misura rilevante aumentano anche i beni di consumo (+5,6%), i beni strumentali (+5,1%) e i beni intermedi (+4,0%). I maggiori contributi all’aumento tendenziale dell’indice generale (calcolato sui dati grezzi) vengono dalle componenti dei beni strumentali (+1,6 punti percentuali) e dei beni intermedi (+1,3 punti percentuali). In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano a giugno 2017 una crescita significativa per l’energia (+9,8%); aumentano in misura rilevante anche i beni di consumo (+5,6%), i beni strumentali (+5,1%) e i beni intermedi (+4,0%). Per quanto riguarda i settori di attività economica, a giugno 2017 i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+18,5%), della fabbricazione di mezzi di trasporto (+13,6%), della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+12,1%) e della fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (+10,8%). L’unico settore che registra una diminuzione è quello dell’industria del legno, della carta e stampa (-1,1%).




Clicca per ingrandire l'immagine



Scritto da Claudio C. Gandolfo il 09 Aug 2017 10:19





Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community







Trackback



Le quotazioni di Mercato sono offerte da Investing.com Italia.
Feed RSS









Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.



BusinessCommunity.it - Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.
Inoltre BusinessCommunity.it realizza la miglior rassegna economico finanziaria sul web, aggiornata in tempo reale.


Cercaci:

© 2009-2017 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154