Questo magazine utilizza i cookie. Accedendo ne accetti l'utilizzo. Privacy Policy


Markit PMI Terziario Italia: a luglio crescita ancora forte




La crescita del settore terziario italiano di luglio ha mantenuto un ritmo sostenuto, malgrado si sia registrato il minor aumento di ordini da ottobre 2016. In risposta, il lavoro inevaso è leggermente diminuito, registrando una contrazione per la prima volta in 22 mesi, viste le maggiori capacità operative dovute all’aumento di assunzioni. Sul fronte dei prezzi, i costi gestionali hanno continuato ad aumentare ad un ritmo netto, mentre le tariffe sono state di nuovo ridotte. La fiducia è scesa ai valori minimi da luglio 2016. Il valore principale dell’Indice destagionalizzato sulle Attività Economiche, che con una singola domanda chiede alle aziende campione di paragonare l’andamento dell’attività del mese in corso rispetto a quello precedente, ha registrato a luglio 54.0, in leggero ribasso rispetto a 54.3 del mese precedente. Gli ultimi dati hanno indicato un ulteriore incremento dell’attività, rimasta superiore alla soglia di non cambiamento di 50.0 per il ventiseiesimo mese consecutivo. Il ritmo di crescita si è mantenuto alto nonostante il più debole afflusso di nuovi ordini in 21 mesi. Sebbene il campione monitorato abbia segnalato un incremento della domanda, l’attività ha generalmente registrato valori più deboli rispetto ai precedenti mesi dell’anno. Le aziende intervistate hanno affermato che la crescita si è indebolita nonostante l’attività promozionale e gli sconti offerti al cliente, registrando il sesto calo consecutivo delle tariffe medie applicate dal settore, vista la competitività del mercato. I margini sono quindi rimasti sotto pressione, visto che i costi operativi sono di nuovo aumentati nell’arco del mese. L’inflazione, dopo il rallentamento di giugno, è di nuovo aumentata e le aziende del settore terziario hanno citato l’incremento del prezzo del carburante. Alcune hanno anche aggiunto il rialzo dei costi salariali medi. L’aumento del costo del lavoro è in parte collegato all’attuale crescita occupazionale, con i dati dell’indagine di luglio che hanno indicato il ventiduesimo mese consecutivo di aumento di posti di lavoro. Alcune aziende hanno affermato di aver ampliato gli organici viste le positive previsioni di crescita. Con l’aumentata capacità operativa e il maggiore incremento dell’attività rispetto ai nuovi ordini, il lavoro inevaso di quest’ultimo periodo ha subìto delle pressioni, segnando a luglio una contrazione, la prima di tale portata registrata da settembre 2016. Infine, la fiducia di luglio ha mantenuto valori positivi, con previsioni di crescita delle vendite nei prossimi 12 mesi supportate da piani di lancio di nuovi prodotti. Tuttavia l’ottimismo generale si è indebolito toccando i valori più bassi da luglio 2016. Sono state citate le incertezze economiche generali e le preoccupazioni sull’accesso al credito.

Secondo Paul Smith, Director presso la IHS Markit, “A una prima lettura, l’indice PMI relativo al settore economico del terziario ha mostrato una prestazione forte nel mese di luglio, ma facendo più attenzione ai dettagli si scoprono trend preoccupanti e crescenti rischi al ribasso che minano la crescita a breve termine. I nuovi ordini sono aumentati al ritmo più debole da ottobre 2016, indicando che la crescita dell’attività si è mantenuta soprattutto grazie alla riduzione del lavoro inevaso. Se la domanda non si rialza, la crescita complessiva del settore, sia dal punto di vista dell’attività che dell’occupazione, si troverà inevitabilmente sotto pressione nei prossimi mesi. A ciò si aggiunge il fatto che, con il rallentamento del mercato estero, il settore manifatturiero di luglio ha indicato valori vicini alla stagnazione. Su queste basi, l’economia italiana durante il secondo semestre dell’anno sembra prepararsi, nel migliore dei casi, ad un’espansione solo modesta”.




Clicca per ingrandire l'immagine



Scritto da Claudio C. Gandolfo il 03 Aug 2018 11:28







Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community







Trackback


Le nostre partnership






Le quotazioni di Mercato sono offerte da Investing.com Italia.



Feed RSS


Le migliori offerte dei prodotti d'elettronica




Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.


*/?>

BusinessCommunity.it - Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.
Inoltre BusinessCommunity.it realizza la miglior rassegna economico finanziaria sul web, aggiornata in tempo reale.


Cercaci:

© 2009-2018 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154